Home / Cultura / Cultura Popolare / Poesie (page 18)

Poesie

Uno sguardo in versi sull’Altosannio: Pietrabbondante

Haiku di Marisa Gallo [1] pochi versi ispirati dalle risorse ambientali, patrimoniali e umane dell’Altosannio, per esprimere un momento di bellezza o una esperienza emozionante. Pietrabbondante Con grinta si affrancò forte, il Sannita. da Roma grande. La libertà! Nei secoli sofferta, e conquistata. Il grande tempio: a propiziar gli dei …

Read More »

La calandrelle

Poesia di Rodrigo Cieri [1] tratta dal suo libro “Memoria è Anima” Campobasso 2017. La calandrelle [2] Quanda me po piacé la calandrelle pecché la vita sé è libbertà! Štu celle pazzarille e vularelle te sfrecce ‟nnanze e salte qua e llà. Lu becche à da mett’a ogne cose: ze piazze …

Read More »

La famə

di Antonia Anna Pinna [1] La famə Nə muccechə də panə so arrubbatə a tejə ca magnə senza dì n’de bunə. La grascia tə sətterra gnianzə tiembə però tə pu murì biellə cundiendə. Lə dolcə lə si missə sopra a tuttə a rammanda chə zucchərə j vanella. Tə si frecatə …

Read More »

Madonna d’Appari e …. di Canneto

Haiku[1] di Marisa Gallo[2] sulla Madonna di Appari[3] e, indirettamente, sulla Madonna del Canneto[4]. Tra il verde e l’acqua, Santuario nella roccia. Felice sosta s’offre al viandante: “Madonna Addolorata” madre d’amore. Un grande eremo tra Camarda e Paganica, nell’Aquilano. Facciata altera, sagrato naturale, e affreschi interni. Voglia di pace: nel martedì …

Read More »

Mieville Catalano, indimenticato giovane poeta di Celenza sul Trigno

Molto cortesemente Antonio Cieri [1], grande cultore dei personaggi di Celenza sul Trigno, mi ha segnalato la triste storia di questo promettentissimo poeta altosannita, morto diciassettenne. Esistenza (una significativa poesia di Mieville) Una rana azzurra, in uno stagno verde. Un’eco di chitarra s’ode lontano…… Il mio pensiero s’infrange su un vetro rosso di …

Read More »

Uno sguardo in versi sull’Altosannio: A Trivento

Haiku di Marisa Gallo [1] pochi versi ispirati dalle risorse ambientali, patrimoniali e umane dell’Altosannio, per esprimere un momento di bellezza o una esperienza emozionante. A Trivento Giorno ventoso: Trivento sul bel colle… Il Sannio intorno. Giù nella valle aprica, lunga e fertile, il fiume Trigno. Condotte in fila a …

Read More »

Fonte Minaldo

Luigi Mastronardi [1]  Fonte Minaldo Va’ alla Font’Mnall’, addò tatone e mammella arraccuntavan’ che ‘lloche nascevano r’ citr’. Va’ alla Font’Mnall’, addò l’acqua esce chiera e ridente, e addò ‘na sera ai visct’ ‘na sctella che s’è iettata mmies’a le sctizze lucente. Và alla Font’Mnall’, addò se sienten’fett’ e canziun’ …

Read More »

Lu fiume

Poesia di Rodrigo Cieri [1] tratta dal suo libro “Memoria è Anima” Campobasso 2017. Lu fiume Guardave attentamente na surgente arrampecate a mmezze a le muntagne e nu penziere me tené la mente: la štorie de l‟amore che nen cagne. L‟inizie è sgrizze atturne e ze fa forze pecché travolge …

Read More »

Genziana Appenninica – Poesia

di Marisa Gallo [1] Genziana Appenninica D’un blu intenso, la genziana appenninica, specie protetta. In estate dipinta del ciel della Maiella. Sui monti, in alto, pur la genziana gialla spontanea cresce, e dalle sue radici bionda, amara tisana… Officinali, amiche di salute, piante preziose. Palato e mente umana col liquore s’inebriano. …

Read More »

Ombra

Con questa lirica Antonia Anna Pinna [1] ha partecipato al Concorso Nazionale “Io esisto 17/ 06/2017 – Tema disabilità” classificandosi al 1° posto; l’ha dedicata alla sua cara e compianta amica Maria Ronzino volontaria dell’associazione lotta alla distrofia muscolare (U.I.L.D.M.) che da 8 anni indice questo concorso. Ombra La stessa …

Read More »

Malocchio

Poesia di Marisa Gallo [1] Malocchio Uomini o donne per amore o defaillance di maghi o streghe i rimedi invocavano, negli antichi borghi! Arcaico rito: la “maga”recitava, formule strane… -Via, male, via, malocchio! con la Croce or ti scaccio!- Alcune gocce d’olio, in un piatto accolte, erano scongiuro della superstizione, …

Read More »

Al Tempietto Teatino di Castore e Polluce

Poesia che Marisa Gallo [1] scrisse nel 1988 pensando al tempietto romano, i cui resti si trovano nel centro di Chieti (Teate), dedicato ai Diòscuri (figli di Giove) Castore e Polluce. Al Tempietto Teatino di Castore e Polluce Proprio nel cuor dell’antica Teate, qual custode fedele e solitario, quasi un …

Read More »

Piange il cielo

Poesia di Filomena Orlando [1] Piange il cielo Piange il cielo sangue di lacrime che colora rose rosse in campo di vita. E compaiono ali di Angeli.   [1] Filomena Orlando, infermiera, per scelta di vita, di un piccolo grande paese altomolisano, di suono di campane tuonante, sognatrice di versi …

Read More »

Na carta

 Poesia di Gustavo Tempesta Petresine [1] ‘Na carta Fera ‘nə vendalònə, ‘nə filə va pənnénnə, cə fà rə ciòmbrə ‘ne cuòccə də lambiònə. ‘Na carta va sbatténnə e può zə posa abbərrəténnəsə a ‘na jèrva secca; sembra ‘nə uagliùnìttə c’ha paùra e accurnécchiétə zə sctrégnə lə jənòcchia. Chi  ‘gné rə viéndə fera chescta vita, zoffəla chiénə apprìma e t’accarézza. Può tə zəffònna ‘nguòllə la bufera, senza ‘na …

Read More »