Home / Cultura / Cultura Popolare / Modi di Dire (page 5)

Modi di Dire

La crape – La capra

Aneddoto[1]  di Benedetto di Sciullo[2] e Giovanni Mariano[3]   N’ome, chi tineve tre vagliune cirille, p’arisparagniè ddù solde, z’arisulvette d’accattàreze ‘na crape accuscì la puteve almene mogne e dà lu latte a li citre. . Un uomo, padre di tre bambini piccoli, per risparmiare un po’ di soldi, decise di …

Read More »

Li fìchere – I fichi

di  Benedetto di Sciullo e Giovanni Mariano Questo aneddoto ha a che fare con le alterne fortune della vita e insegna a chi non lo abbia ancora capito che può andar bene, ma non è detto che duri. Nella vita occorre prudenza e lungimiranza. N’ome chi zi murive pi la …

Read More »

Lu cunte di lu furbe – Il conto del furbo

di  Benedetto di Sciullo e Giovanni Mariano  Un altro aneddoto ambientato nel nostro territorio a testimonianza dell’arguzia e dell’ironia che contraddistingue i nostri conterranei Nu cummirciante chi ive girenne da nu paese a n’uantre a venne la rrobbe c’arriscive a riccoglie da la campagna sé, nu juorre zi firmette a …

Read More »

Anatema: Puozza fa lu bbuotte gne la cicare

di Bendetto di Sciullo, Giovanni Mariano   Che tu possa fare il botto come la cicala   La leggenda de “La cicala e la formica” è nota a tutti e probabilmente da tale favola è nata la convinzione che l’insetto in questione sia il miglior rappresentante dei fannulloni. In effetti, la …

Read More »

Puozze ittà lu sanghe

di Bendetto di Sciullo, Giovanni Mariano del Comune di Fallo (Ch) . CHE TU POSSA GETTARE IL  SANGUE La sentenza è stata importata dalla Campania dove con la frase “jettà ‘o sanghe” ci si riferisce ad una condizione di disagio dovuta alla troppa fatica aggravata da dolori sia fisici che …

Read More »