Home / Cultura / Cultura Popolare / Modi di Dire (page 4)

Modi di Dire

Puozzə fa unə suonnə

di Bendetto di Sciullo [1] e Giovanni Mariano [2]   Che tu possa fare un unico sonno Come sicuramente si sarà intuito non si tratta di un augurio di buona notte. Ci troviamo anche qui di fronte ad un anatema piuttosto pesante: si augura, infatti, alla persona cui la maledizione …

Read More »

Aneddoto: lu marite e li corne

Aneddoto [1] di Benedetto di Sciullo [2] e Giovanni Mariano [3] Nu juorre, mentre ‘na moglie alliscieve la cocce a lu marite, attintette tre vruognele. “Chi si fatte marite mié? Tié tre vruògnele ncocce!” Dicette la femmene. Un giorno, mentre una moglie lisciava la testa al marito, palpò tre bernoccoli. …

Read More »

Il battesimo della bambola ovvero “So’ fascìual e n’n so’ cumbbìatt…”

di Flora Delli Quadri [1] Non è facile far capire a un ragazzo moderno quanto fosse profonda, un tempo, la differenza tra giochi femminili e giochi maschili, oggi che il confine è diventato così labile da non essere riconoscibile: scuole di danza, pallavolo e basket, videogiochi, smanettamenti con i telefonini, …

Read More »

DA UN “CUORE” DI ANNI FA: TRADIZIONI DI QUARESIMA

Le tradizioni legate alla quaresima sono tantissime, ogni paese ha le sue. Quelle descritte da queste due ragazze, Gelsomina (Mimma) e Maria Concetta, entrambe frequentanti la 2° elementare nel 1965,  sono tipiche di Agnone (IS). Oltre alla tradizione delle penne di gallina, c’è quella delle zeppole: ogni domenica di quaresima ciascuna parrocchia, …

Read More »

DA UN “CUORE” DI ANNI FA: LETTERINA A CARNEVALE

POZZ’ESSE ‘MBIS’ DU VOLTE Ti avvicini, ultimo giorno di Carnevale, e ci ritorna alla mente la rituale cantilena popolare ripetuta con giubilo dai bambini mascherati: Carnvale, pecchè sci muort la ‘nzalata tenive all’uort ru presutt tenive appise Carnvale, pozz’esse ‘mpise. Caro Carnevale, il giorno della tua morte è tanto atteso, ma …

Read More »

DA UN “CUORE” DI ANNI FA: IL MALOCCHIO

Nella scuola elementare di Agnone, negli anni che vanno da 1961 al 1968,  si stampava un giornalino dal titolo “Cuore” che pubblicava i pensierini dei bambini. Vincenzo Porfilio (contrada Sant’Onofrio) era uno di loro e all’età di dieci anni, frequentante la 5° Elementare, pubblicò un resoconto dettagliatissimo su come si incantava …

Read More »