Canto abruzzese

segnalato da Gustavo Tempesta Petresine [1]

.

.

Canto Abruzzese

So’ jute a ffa la jèrva arru cannéte, oi ma’.
‘na frunnetèlla m’ha tajete ru déte
Zomba la rundenèlla coma te pozz’amà
Ce vulémme amà, ce vulémme bbene,
‘zzecchete ‘n’ate ccone
Chille ca ne véne véne.
Veuna ze n’è juta a Caccavéune, oi ma’
È sctata accolda come ‘na signora
Zomba la rundenèlla coma te pozz amà…

______________________

[1]Gustavo Tempesta Petresine, Molisano di Pescopennataro (IS), si definisce “ignorante congenito, allievo di Socrate e Paperino”. Ama la prosa e la poesia, cui dedica molto del suo tempo, con risultati eccezionali, considerati i premi conseguiti e la stima di tutti.

About Gustavo Tempesta Petresine

Gustavo Tempesta Petresine, Molisano di Pescopennataro (IS), si definisce “ignorante congenito, allievo di Socrate e Paperino”. Ama la prosa e la poesia, cui dedica molto del suo tempo, con risultati eccezionali, considerati i premi conseguiti e la stima di tutti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.