Home / Cultura / Cultura Popolare / Canzoni e Filastrocche / Canti popolari dell’Altosannio: nn. 90 e 91

Canti popolari dell’Altosannio: nn. 90 e 91

luna-piena-sui-monti-1

 

Canti raccolti da Oreste Conti nel Libro “Letteratura Popolare Capracottese” edito da Luigi Pierro, Napli 1911[1]. Foto da web a cura di Enzo C. Delli Quadri

Canto 90

I vuoglie fa all’amore che na nénna,
ciente duchìeate me vò dà la mamma,
e me vo’ dà la casa che la vigna,
e l’urteciélle a piede alla muntagna.
Nun vuoglie né la casa e né la vigna,
vuoglie la greazia de la vostra figlia;
e può che la vostra figlia m’haie piglieate,
vuogli e casa e vigna  all’ordenata.

Canto 90

Voglio far l’amore con una ragazza
cento ducati vuol darmi la mamma,
e vuol darmi la casa e la vigna,
e un orticello ai piedi della montagna.
Non voglio né la casa e né la vigna,
voglio le grazie della vostra figlia,
e, dopo che vostra figlia ho preso,
voglio e casa e vigna, come da usanza.

.

Canto 91

Vi che dispiétte che me fa sta luna,
ésce la sèr ‘nsina’ a mesanòtte,
i nen pòzze trascì, vi che sfurtuna,
ca re civine mié stièn alle pòrte.
Vlarria che na nùvel’ apparisse,
che n’accarella fine e viénte fòrte
e re vicine avissere paura,
e tu, o bèlla, m’aprisse le pòrte.

Canto 91

Guarda che dispetto che mi fa la luna,
esce la sera fino a mezzanotte
io non posso entrare, guarda che sfortuna,
chè i vicini miei stan (vicini) alle porte.
Vorrei che una nucola apparisse,
con una pioggerela fine e forte vento,
e i vicini avessero paura,
e tu, o bella, mi aprissi le porte.

 

____________________
[1] Nota dell’autore: per 4 anni, nel breve periodo delle vacanze estive, mi sono recato tutti i giorni nelle nostre remote campagne, a raccogliere i canti dei nostri montanari, or lamentevoli, or dolci, ma che sempre esprimono il sentimento del mistero della vita, la tristezza impenetrabile dell’ amore.

Copyright Altosannio Magazine
Editing: Enzo C. Delli Quadri 

 

About Enzo C. Delli Quadri

Agnonese, ex Manager Aziendale, oggi Presidente dell' Associazone ALMOSAVA-ALTOSANNIO (alto molise sangro vastese), da molti anni è impegnato a divulgare l'importanza della RIAGGREGAZIONE di questo territorio, storica culla dei Sanniti che , 50 anni fa, fu smembrato e sottoposto a 4 province e 2 regioni, contro ogni legge morale, economica e demografica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.