Home / Cultura / Cultura Popolare / Canzoni e Filastrocche / Canti Popolari dell’Altosannio: 82-83-84 – I Rivali in amore –

Canti Popolari dell’Altosannio: 82-83-84 – I Rivali in amore –

Canti raccolti da Oreste Conti nel Libro “Letteratura Popolare Capracottese” edito da Luigi Pierro, Napli 1911[1].

cuore-rivale-amore

Spesso, il canto dell’innamorato è una minaccia rivolta ora alla madre della sposa che ostacola l’amore, ora alla luna, che tradisce i suoi segreti colloqui, ora ad un rivale

 Canto 82 

Canto 82

Vedi cosa combina questa mamma ingrata,
Ha questa bella figlia e non la marita.
Non la cerco: se dice si, restiamo in pace,
e se mi dice no, guerra infinita:
l’acqua scorre dove c’è pendenza,
e l’amore gira dove c’è speranza.

 

Canto 83

Canto 83

La mamma dell’Amore è una sguaiata,
se pensa ch’io debba fare la serva ad essa.
M,a, quando avrò preso il suo figliolo,
essa è la serva e io son la padrona

 

Canto 84

Canto 84

Odora di garofani questa strada,
davvero io credevo fosse una “speziaria”;
qui c’è una rosa bella che vi è cresciuta,
ed è cresciuta per il piacere mio.
Or che l’ho cresciuta e fatta bella
ognuno la desidera e la vorrebbe.
Chi vuol qui venire, mette a repentaglio la vita,
di sangue voglio riempire questa nottata;
venga chi vuol venire alla battaglia,
tutti i cazzotti (schiaffi), io qui li voglio.



______________________________
[1]
Nota dell’autore: per 4 anni, nel breve periodo delle vacanze estive, mi sono recato tutti i giorni nelle nostre remote campagne, a raccogliere i canti dei nostri montanari, or lamentevoli, or dolci, ma che sempre esprimono il sentimento del mistero della vita, la tristezza impenetrabile dell’ amore.

Musica: Le Valse d’Amelie
Editing:
Enzo C. Delli Quadri

About Enzo C. Delli Quadri

Agnonese, ex Manager Aziendale, oggi Presidente dell' Associazone ALMOSAVA-ALTOSANNIO (alto molise sangro vastese), da molti anni è impegnato a divulgare l'importanza della RIAGGREGAZIONE di questo territorio, storica culla dei Sanniti che , 50 anni fa, fu smembrato e sottoposto a 4 province e 2 regioni, contro ogni legge morale, economica e demografica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.