Home / Cultura / Cultura Popolare / Canzoni e Filastrocche / Canti popolari  dell’Altosannio 19-20-21 – La gelosia

Canti popolari  dell’Altosannio 19-20-21 – La gelosia

Canti raccolti da Oreste Conti nel Libro “Letteratura Popolare Capracottese” edito da Luigi Pierro, Napli 1911[1].


L’idillio non è sempre sereno: spesso, la gelosia muove i primi passi nel cuore degli innamorati, agitandolo. La cosa che si ama è sempre cara e mai cessa di temere per essa e sempre si vorrebbe sottrarla a tutto e a tutti, circondarla di cure e devozione, come un idolo. Come imporsi con riserbo? Come  allontanare da sé la terribile furia?

19
Luocce de séta, capiglie de vellute,
ru prime’nnammurate m’ha lassate,
ru prime ‘nnammurate se n’è iute.

Lacci di seta, capelli di velluto,
il primo amore mi ha lasciato,
il primo amore se n’è andato.

20

Chi pate dé gélusia, rosca le fafe
chi te’ la scièmma ar core, magna la nève

Chi soffre di gelosia rosica le fave
chi ha l a fiamma nel cuore, mangia la neve

21

Chi te l’ha ditte, Amore, ca nente vuoglie?
Fatte la vèste ghiènca, ca m’ te piglie

Chi te l’ha detto, Amore, che non ti voglio?
Fatti la veste bianca, che io ti prendo.

 


[1] Nota dell’autore: per 4 anni, nel breve periodo delle vacanze estive, mi sono recato tutti i giorni nelle nostre remote campagne, a raccogliere i canti dei nostri montanari, or lamentevoli, or dolci, ma che sempre esprimono il sentimento del mistero della vita, la tristezza impenetrabile dell’ amore.

Copyright  Altosannio Magazine
Editing: Enzo C. Delli Quadri 

About Enzo C. Delli Quadri

Agnonese, ex Manager Aziendale, oggi Presidente dell' Associazone ALMOSAVA-ALTOSANNIO (alto molise sangro vastese), da molti anni è impegnato a divulgare l'importanza della RIAGGREGAZIONE di questo territorio, storica culla dei Sanniti che , 50 anni fa, fu smembrato e sottoposto a 4 province e 2 regioni, contro ogni legge morale, economica e demografica.

2 commenti

  1. Quando era la donna a cantare il ritornello diceva :Ma chi te la ditt a te ca nn ti voglie fatt la casa nova ca mi ti piglie.

  2. Bello anche il primo commento, … la “variante” era d’obbligo ed è utile per completare “culturalmente” la “destinazione” del canto stesso!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.