Home / Cultura / Cultura Popolare / Cane pastore abruzzese

Cane pastore abruzzese

di Esther Delli Quadri

Cane pastore abruzzese in una foto di Giovanni Pallotta
Cane pastore abruzzese in una foto di Giovanni Pallotta

Cane pastore

Immobile guardiano
del tempo.
Languidi  gli occhi
posati sul verde,
nulla sfugge al tuo sguardo:
non un belato,
non un richiamo.
Mobili e vigili le orecchie
Attendono nell’ombra.
 
Parco è il pasto del pastore.
Spezzar di pane,
al suo richiamo
mite il suo  sguardo cerchi.
Tu cane. Lui padrone?
Tra queste cime aspre
solo amico fedele
cui donare un boccone.
Lecchi grato la mano

Torni  nell’ombra, attendi.
Ronzio d’insetti
tra brezze profumate.
Un richiamo. Il suo fischio.
E t’incammini lento.

Editing: Enzo C. Delli Quadri
Copyright Altosannio Magazine

 

 

About Esther Delli Quadri

Esther Delli Quadri, molisana di Agnone, ex-insegnante, ha conservato intatto l'amore per il suo paese d'origine. Si occupa, amabilmente, di cultura e al suo territorio nativo dedica molte delle sue espressioni emotive.

Un commento

  1. MITE E ACUTO lo sguardo di un amico, quando l’amico è nel bisogno…Questo a volte cerchiamo, ma lo si trova raramente così disinteressato come in un cane.
    CON ATTENTA FINEZZA e pacata descrizione la poesia fa rivivere ad ognuno che abbia avuto un cane la “relazione” che s’instaura e che dura per sempre. E scompare quando se ne va uno dei due.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.