Home / Rodrigo Cieri (page 2)

Rodrigo Cieri

Rodrigo Cieri, abruzzese di Celenza sul Trigno, di madre molisana, una vita dedicata alla Scuola, da docente e poi da Preside, dedito all’impegno sociale e la promozione culturale che porta avanti con testardaggine, in paese e neIl’ Alto Vastese. Coltiva un’antica passione, la pura poesia, in lingua, o più spesso in vernacolo, ottenendo consensi e premi.

Criste mé

Poesia di Rodrigo Cieri [1]  tratta dal suo libro “Memoria è Anima” Campobasso 2017. Criste mé Che sì menute a fà ecche abballe a mette le vištite ‘n carne e osse? Giacché lu pese grosse purte a spalle arcacce pure a mmé da cuštu fosse a ddò me sente trište …

Read More »

Lu Trigne

Poesia di Rodrigo Cieri [1] tratta dal suo libro “Memoria è Anima” Campobasso 2017.  Lu Trigne E l’acque de lu fiume scorre a vvalle cantenne la canzone de la vite; dall’anne pense che me porte a spalle se quelle che cchiù vale so’ capite. L’ajje viste ‘ncazzate, gonfie e scure ‘ngullarse …

Read More »

La zappe

Poesia di Rodrigo Cieri [1] tratta dal suo libro “Memoria è Anima” Campobasso 2017 La zappe Zappave pammadore e l’anzalate a ll’orte na matine a ll’aria fresche. Me passe nu pinzire pe’ la mente: la zappe po fà bene a tanta ggente! La terre šta ndurite gné na cogne e se …

Read More »

Casette addò so’ nate

Poesia di Rodrigo Cieri [1] tratta dal suo libro “Memoria è Anima” Campobasso 2017. Casette addò so’ nate Casette che s’affacce a la marine addò lu Trigne lasse l’acqua chiare ch’accojje da muntagne e le culline: ricurde sempre ‟m pette tenghecare. Casette che m’à date le natale e che m’à messe …

Read More »

Ricurde de paese

Poesia di Rodrigo Cieri [1] Ricurde de paese E sempre ride ‟n core lu paese appena lu ricorde fa pressione finanche se la mente šta ‟mpegnate a corre appresse a le penzire amare. Me ferme a la casette addò so‟ nate nche la fineštre aperte a la vallate, addò lu …

Read More »

La calandrelle

Poesia di Rodrigo Cieri [1] tratta dal suo libro “Memoria è Anima” Campobasso 2017. La calandrelle [2] Quanda me po piacé la calandrelle pecché la vita sé è libbertà! Štu celle pazzarille e vularelle te sfrecce ‟nnanze e salte qua e llà. Lu becche à da mett’a ogne cose: ze piazze …

Read More »

Mieville Catalano, indimenticato giovane poeta di Celenza sul Trigno

Molto cortesemente Antonio Cieri [1], grande cultore dei personaggi di Celenza sul Trigno, mi ha segnalato la triste storia di questo promettentissimo poeta altosannita, morto diciassettenne. Esistenza (una significativa poesia di Mieville) Una rana azzurra, in uno stagno verde. Un’eco di chitarra s’ode lontano…… Il mio pensiero s’infrange su un vetro rosso di …

Read More »

Lu fiume

Poesia di Rodrigo Cieri [1] tratta dal suo libro “Memoria è Anima” Campobasso 2017. Lu fiume Guardave attentamente na surgente arrampecate a mmezze a le muntagne e nu penziere me tené la mente: la štorie de l‟amore che nen cagne. L‟inizie è sgrizze atturne e ze fa forze pecché travolge …

Read More »

Dicembre

Poesia di Rodrigo Cieri[1] Dicembre Mentre la nebbie a la muntagne sajje e ggià recopre tutte la vallate, pensose a passe lente me ne vajje guardenne cuštu mante ‘lluminate da nu sole che ride ‘nfreddulite, ma le fojje fa tante luccicà’ ch’ancore te’ lu file de la vite. Nu ventecelle …

Read More »

Nu ricorde de mamme

di Rodrigo Cieri[1] Nu ricorde de mamme Scegneve pe’ le coste lente lente, lu zaine a le spalle e lu bastone; de botte lu cammine m’arve’ ‘n mente che ‘nzimbre a te faceve da guaglione. Purtive lu canistre nche la spare pesante de lu pane e de precoche, e j …

Read More »

Lu core vatte

Poesia di Rodrigo Cieri[1] Lu core vatte    Lu core me cumenze a vatte forte da quande vede a te spunta’ a lu corse e pense ca pe’ mè è brutta sorte a stregne stu segrete gnè na morse    da nen pute’ spalia’ tra tanta gente. S’arpense ca l’ammidie …

Read More »

La penna štilografiche

Poesia di Rodrigo Cieri [1] La penna štilografiche  M’aretrove a quarant’anne ch’aricorre ‘n chešta date, nche na penna deliziose: nu štrumente assà’ preziose. Bbelle, lisce e misurate; t’ardecreje gna l’allisce, nu piacere a cuntemplarle, na dolcezze a manovrarle. Se te cojje la trištezze o na lite te turmente e te …

Read More »

Le prete – Le pietre

Poesia di Rodrigo Cieri[1] Le prete Me songhe ‘nnamurate de le prete pecché me offre pace e sicurezze o quanda me l’afferre tra le dete o quanda nche la mane l’accarezze nne ’mborte se è lisce o è rugose. La cocce j c-i-appojje pe’ cuscine e se m’assette sopre dà …

Read More »