Home / Marisa Gallo (page 7)

Marisa Gallo

Marisa Gallo, molisana di Montefalcone nel Sannio, insegnante, amante e cultrice della Poesia, più per hobby che per professione, impegnata a restare al passo dei tempi, ma con animo caldo, non sclerotizzato dai media aggressivi.

Al Tempietto Teatino di Castore e Polluce

Poesia che Marisa Gallo [1] scrisse nel 1988 pensando al tempietto romano, i cui resti si trovano nel centro di Chieti (Teate), dedicato ai Diòscuri (figli di Giove) Castore e Polluce. Al Tempietto Teatino di Castore e Polluce Proprio nel cuor dell’antica Teate, qual custode fedele e solitario, quasi un …

Read More »

Dal Bosco

Poesia di Marisa Gallo [1] Dal bosco Colpita dall’ascia bianca gaggìa[2] del bosco oggi hai lasciato la frescura: l’alma non più prigioniera di scorza e spine, ora al sole è libera e pura. Ti bagnan lievi e rugiadose stille; mentre le mani laboriosamente, accarezzan con paziente lavoro, il tuo corpo, …

Read More »

Uno sguardo in versi sull’Altosannio Capracotta

Haiku di Marisa Gallo [1] pochi versi ispirati dalle risorse ambientali, patrimoniali e umane dell’Altosannio, per esprimere un momento di bellezza o una esperienza emozionante  Capracotta Dal nome strano, borgo d’alta montagna, è Capracotta.. Paese antico, dal passato storico, e longobardo. Invidiabile e vasto il panorama!,.. La “stolta” [2] Isernia, il capoluogo, fra alterne …

Read More »

Vecchio quaderno nero 

di Marisa Gallo [1] Vecchio quaderno nero  In fondo ad un tiretto trovo un vecchio quaderno, dalla copertina nera: pochi versi d’Ovidio e di Virgilio, della conquista di Cesare in Gallia, e un elenco di verbi: PROFICISCOR… Un tuffo al cuore ed alla mente! A quell’età con fantasia anch’io partivo, …

Read More »

La Bustina di Marisa: Lungo la Siberia

di Marisa Gallo [1] Quando sento il suono di un organo, non posso fare a meno di tornare indietro nel tempo, alla mia prima giovinezza. Così ieri sera, mentre il nipotino della mia vicina suonava per la prima volta l’organo, appena comprato per il suo decimo compleanno dai nonni– e …

Read More »

…e piange il salice.

Haiku di Marisa Gallo [1] di Montefalcone nel Sannio In un passaggio del suo libro più famoso, “Il deserto dei Tartari”, lo scrittore, giornalista Dino Buzzati, tratteggia, da par suo, il senso del percorso della vita che qui, sommariamente e immodestamente, sintetizzo: si nasce tra amore, conforto e partecipazione di molti; …

Read More »

Maggio a Cocullo

Haiku di Marisa Gallo[1]: pochi versi ispirati dalle risorse ambientali, patrimoniali e umane dell’Altosannio, per esprimere un momento di bellezza o una esperienza emozionante. Qui Marisa onora San Domenico di Cocullo. Ogni anno a maggio si celebra a Cocullo un antichissimo rito, trasformatosi oggi in una festa sacra-profana. Tutto ha inizio con …

Read More »

Haiku allo zafferano aquilano

di Marisa Gallo [1]  Haiku allo zafferano aquilano Lo zafferano: da Creta e dall’Oriente, rosso e fragrante oro d’Abruzzo! Con gran delicatezza raccolto all’alba. Mani sapienti trattano con amore gli esili stigmi. Spezia aromatica , delicata  al palato ed eccellente. Di tanti piatti, esaltati i sapori particolari, da  chef versatili, meneghini e …

Read More »