Home / Enzo C. Delli Quadri (page 10)

Enzo C. Delli Quadri

Agnonese, ex Manager Aziendale, oggi Presidente dell' Associazone ALMOSAVA-ALTOSANNIO (alto molise sangro vastese), da molti anni è impegnato a divulgare l'importanza della RIAGGREGAZIONE di questo territorio, storica culla dei Sanniti che , 50 anni fa, fu smembrato e sottoposto a 4 province e 2 regioni, contro ogni legge morale, economica e demografica.

I riti d’autunno dedicati ai morti e le zucche intagliate in Abruzzo, Molise e Sicilia

Alessandro Novoli Il nostro viaggio nelle tradizioni popolari legate alla festa autunnale dei defunti si conclude passando in rassegna le usanze di altre tre regioni del Mezzogiorno, l’Abruzzo, il Molise e la Sicilia…senza rinunciare ad uno sguardo verso i territori del Nord Italia che fin dall’antichità condividono tradizioni del tutto simili. Per l’Abruzzo abbiamo …

Read More »

Pallotte cac’e ova

di Carolina Orlando Combinazione molto ben riuscita di  formaggio, pane e uova.  Vengono servite come antipasto caldo o come secondo piatto,  ma possono essere anche un piacevole condimento per la pasta oppure insaporire spezzatini di agnello o capretto, brodi o ripieni. Ingredienti, 6 uova , 300gr di mollica di pane …

Read More »

Mpassulóite – Immobile

Poesia di Michele di Ciero [1] I giovani, che avranno la fortuna di leggere questa poesia, potranno cogliere e raccogliere gli antichi valori di una famiglia e il senso buono del sacrificio, di ciascuno. ‘Mpassuloite Sfraddutt’ arsecchenoit ‘e l’occhie lustre stava rhu viecchie stritt’alle cuperte a cape, a piede, a …

Read More »

Amalia Sperandio

di Felice Gentile ed Emilia Dell’Aguzzo A noi piace leggere articoli che riguardano l’Abruzzo e gli Abruzzesi. Spesso dobbiamo ricorrere agli scritti che viaggiatori anglosassoni inviavano ai giornali dei loro Paesi. Parliamo di Edward Lear, di Thomas Ashby; confrontiamo le loro opere con quelle di studiosi di etnografia locali come il peligno Antonio …

Read More »

Come eravamo – La Scuola

di Lucia Amicarelli[1]  I genitori di famiglie borghesi, allorché i bambini incominciano ad andare a scuola, ne seguono con interesse i progressi ed ognuno vorrebbe che il proprio figliuolo emergesse per intelligenza e per zelo. In tempi antichi spesso le mamme davano, in pasto ai figli, il cuore di una …

Read More »

Si chiama Pecorino, ma non è formaggio

By enotecalecantinedeidogi, on marzo 2nd, 2011 Non possiamo determinare in maniera specifica la derivazione del singolare nome di questo vitigno, ma sicuramente si può attribuire tale denominazione a caratteri legati al pascolo e alle conseguenti depradazioni che i greggi facevano dell’ uva, causando non poche diatribe tra pastori e agricoltori. Il …

Read More »

Nonna Raccontami – Le Camirle

Racconto  di Matteo Cappussi[1]. Peppino, Franco, Raffaele, Domenico, Giovanni e tanti altri. Ragazzi spavaldi, sempre in cerca di occasioni per dimostrare le loro agilità e il loro coraggio davanti alle ragazze e agli amici, pronti ad arrampicarsi sulle pietre del Castello, pur di dimostrare di essere più forti. Erano le …

Read More »

2. Marzio Stazio ovvero Gavio Papio Mutilo (il giovane)

Tratto da Viteliù-Il Nome della Libertà di Nicola Mastronardi [*] con editing e breve nota introduttiva di Enzo C. Delli Quadri e Musica di Tchaikovsky – Symphony n.6 “Pathétique” La Guerra Italica, combattuta da Sanniti, Marsi, Peligni, Marrucini, Vestini, Piceni  contro Roma dal 91 all’88 a. C. per l’ottenimento della cittadinanza romana, è oramai …

Read More »

1. Gavio Papio Mutilo, Capo Supremo dei Sanniti

Tratto da Viteliù-Il Nome della Libertà di Nicola Mastronardi [1] con editing e breve nota introduttiva di Enzo C. Delli Quadri e Musica di Mstislav Rostropovich – Chant du Menestrel – 18 Ottobre 2014 Gavio Papio Mutilo, Meddis [2] supremo dei Sanniti Pentri, fu l’Embratur dei Vitelios, in altre parole comandante in capo …

Read More »

Dalla finestra

Poesia [1] di Florindo Di Iorio [2] scritta il giorno mercoledì 6 aprile 2011 alle ore 0.45 Dalla Finestra Mi affaccio, non vedo,  mi sporgo e sorrido che strano non c’è più nessuno! Eppur tanto rumore udivo da dentro forse echi  lontani di anime sole. Quel tiglio però mi inebria …

Read More »