Home / Duilio Martino (page 4)

Duilio Martino

Duilio Martino, Abruzzese di Fraine (CH), ha sempre coltivato la passione per la sua terra di origine e per l’arte, in primis la poesia, alla quale ha dedicato una fetta importante della sua vita.

Il vecchio non trascina i piedi, al mio paese

Poesia di  Duilio Martino [1] Il vecchio non trascina i piedi, al mio paese Novembre sulle alture del Vastese… dal monte sul paese la nebbia cola densa dal crinale ad offuscar casette ancora accese con trecce d’oro appese orpelli le pannocchie in davanzale le viuzze medioevali son scoscese per lunghi …

Read More »

11 novembre – San Martino

Poesia di Duilio Martino[1]  11 novembre – San Martino Tra le cucurbitacee con il secchio nel suo caro orticello curvo è il vecchio scegliendo al nipotino la migliore la festa incombe e s’agitano nuore la mente a quel frastuono occasionale di cento “stagnarole” per il viale. Nell’aria pregna d’intensi sapori …

Read More »

Gli amici

Poesia di Duilio Martino [1] Gli Amici In Fragine – borgo antico – imbrunendo il verde a valle m’accarezza il sol le rughe nell’assorto meditare mentre beve già la luna da quel lento declinare. Pochi svaghi in questa terra sul selciato medievale uno sguardo al vecchio ponte sull’antica e storta …

Read More »

Cerberi sui Dorsi

Poesia di Duilio Martino [1] Cerberi sui Dorsi Non è facile andare se si è fragili oppure il cappio preme la giugulare e stagna sangue in cuore… non è facile andare se nei malli incalliti bolle o freme un acerbo rancore. È facile affondare nel dolore se il sole sorge pallido …

Read More »

Sogno sul mare del Vasto

Poesia di Duilio Martino[1] Gli AltoMolisani e AltoVastesi adorano le dorate spiagge abruzzesi da Vasto in sù. Nel mese di luglio son quasi tutti là, chi per fine settimana, chi per un congruo periodo di ferie. Ad agosto si torna a casa, al fresco dei monti. Sogno sul mare del …

Read More »

Camminando le sue orme

Poesia di Duilio Martino Camminando le sue orme Non scorderò quando d’ambrosia mi nutriva l’Alba e, con mano fresca le scioglievo il crine… quando in ore rigide – con ritrosìa degli anni acerbi – incerto posavo passi nelle sue orme cesellate sull’ultima neve colata sui sassi ruvidi in Fragìne. Ricordo …

Read More »

Il mio giardino

Poesia di Duilio Martino [1]   Il mio giardino Tra i soffici profumi di rose nel giardino la madre mia modesta indaffarata è china a profumar di festa il novello mattino. Meriggio tra casette che vestono quel colle di rocce ben scolpite e camin che sbuffan folli lo sguardo incuriosito va …

Read More »

Fraine

Poesia di Duilio Martino Fraine …madre mia perfetta Elegante ed armoniosa su un roccioso letto posa negli anemici vialetti è un vital lieve pulsare torreggiante sulle valli l’eleganza d’una sposa memorabile vedetta scruta ancor brigante il mare ammaliato va lo sguardo sui cromatici colori le respiro le carezze su quel …

Read More »

Erano anni di vacche magre

di Duilio Martino[1] . Erano anni di vacche magre Erano gli anni della scuola media quelli in cui, archiviata l’era nera, ci premeva più d’altro far commedia prima del carosello e Calimero. Gli anni di Black e di Capitan Miki di Furia, Rin Tin Tin, e di Salasso si cazzeggiava …

Read More »

La Scapece

Questo piatto non è tipico del territorio almosaviano. Purtuttavia, è un piatto molto apprezzato che gli almosaviani acquistavano e acquistano dai pescatori dell’adriatico quando questi risalgono le nostre valli per venderlo durante le fiere paesane. di Duilio Martino La Scapece. Pesce fritto conservato a lungo
 Cenni storici: Lo scapece, nelle …

Read More »