Home / Domenico Di Nucci (page 2)

Domenico Di Nucci

Domenico Di Nucci, Molisano di Capracotta(IS), già Prof. di Matematica, oggi in pensione. Giornalista, sportivo, adora la tradizione della sua terra. La racconta con scritti storici, ma anche satirici e ironici.

Pillola di storia 7 – 1623/1925 – Località “la Croce”

di Domenico Di Nucci tratta da “Agnone, il paese dov’era sempre mezzogiorno”[1]   Fino a qualche decennio fa, ogni venerdì, le rivendite di sale e tabacchi di Agnone effettuavano il cosiddetto prelevamento; il titolare o chi per lui si recava in Via Gualterio nei magazzini di Alfredo Cerimele, consegnava un …

Read More »

Pillola di folklore 6 – La Passatella

di Domenico Di Nucci Nelle “candóinǝ” (locali dove si vendeva il vino), durante le scampagnate o in casa d’amici, spesso si giocava la passatella: la posta in gioco consisteva, in ogni passata, in un bicchiere di vino, di birra o di liquore a testa per quanti erano i partecipanti. Tre erano le …

Read More »

Pillola di Storia 6 – 1484-1893 –  Le acque del Verrino

di Domenico Di Nucci tratta da “Agnone, il paese dov’era sempre mezzogiorno”[1] Acquisto feudo di S. Maria di Monte Capraro – Le acque del Verrino Nell’inventario del 1873 inserito nel “Summarium hoc ex Diplomatibus…”di don Michele D’Alessio sono incluse tre pergamene relative all’acquisto da parte dell’Università di Agnone del feudo di …

Read More »

Pillola di folklore 5 – Lǝ candóinǝ (le cantine)

di Domenico Di Nucci tratta da “Agnone, il paese dov’era sempre mezzogiorno”[1] “Il sole risplende,          il buon vino si vende,                    allegri entrate,                              di politica non parlate,                                        nemmeno bestemmiate,                                                 e …

Read More »

Pillola di folklore 4-La frasca

di Domenico Di Nucci tratta da “Agnone, il paese dov’era sempre mezzogiorno”[1] In dialetto, la frasca non è altro che un ramo con le sue gemme e le sue foglie. E’ un vocabolo oggi quasi in disuso: “ì pǝ fraschǝ”, “nfrascarsǝ“, “frascóne” e tanti altri erano i modi di dire di …

Read More »

Pillola di storia 4 – 1310/1353 Primo statuto della Città di Agnone

di Domenico Di Nucci tratta da “Agnone, il paese dov’era sempre mezzogiorno”[1]  Alcune Università (così erano chiamati i Comuni) nel Medio Evo predisponevano e approvavano una raccolta di norme che regolavano la vita dei cittadini nei suoi aspetti significativi, cioè compilavano i cosiddetti statuti comunali, codificati su pergamene. Le Università, …

Read More »

Pillola Personaggi 3 -Luciano Tavarozzi, Cianǝ

di Domenico Di Nucci tratta da “Agnone, il paese dov’era sempre mezzogiorno”[1] Con il professor Luciano Tavarozzi ho condiviso la maggior parte della mia vita scolastica sia da alunno che da docente. Infatti, insegnava disegno nelle prime tre classi della scuola media e insieme al suo collega professor Trabucco restaurò i …

Read More »

Pillola di folklore 3 –  I giorni della vecchia

di Domenico Di Nucci tratta da “Agnone, il paese dov’era sempre mezzogiorno”[1] In questo mondo spietatamente tecnologico, in nome di un’equivoca e malintesa esigenza di civiltà, c’è sempre meno spazio per la fantasia. I modi di vivere sono mutati profondamente e lentamente tutto un patrimonio culturale basato sull’esperienza si dissolve …

Read More »

Pillola di storia 3 – 1069-1092 – Chiesa di San Biase

di Domenico Di Nucci tratta da “Agnone, il paese dov’era sempre mezzogiorno”[1] Tra le donazioni dei Borrello intorno all’anno 1000 è molto importante quella che riguarda una chiesa di San Biase, perché va a chiarire un equivoco. Questa lapide affissa sulla facciata della chiesa di San Biase attribuisce l’ampliamento dell’originaria …

Read More »