Home / Antonia Anna Pinna (page 3)

Antonia Anna Pinna

Antonia Anna Pinna, Abruzzese di Villalago (AQ), lavora in Banca d’Italia. Ama la scrittura e, in particolare, la poesia che nasce dal suo profondo amore per ogni forma di vita, dal suo essere donna, madre e moglie.

Il costume di Scanno (Aq)

di Antonia Anna Pinna Umberto Gavita, ci mostra, in una carrellata di foto, la storia di Scanno attraverso le immagini che hanno attraversato il secolo passato. La vita pastorale, fatta di spostamenti di greggi e di pastori dai pascoli montani alle pianure del tavoliere, in cui l’uomo era lontano per molti …

Read More »

Lumache, ricetta da Villalago.

di Antonia Anna Pinna [1]  Ingredienti Lumache pan grattato e farina ross(mais)    = q.b. sale  e a ceto    = q.b. cipollina, sedano, carota, timo di montagna e il peperoncino   = q.b. Preparazione lumache 1. Innanzi tutto bisogna provvedere a spurgarle 2. si devono mettere in un recipiente che si possa chiudere …

Read More »

La voja de  mericule

Poesia di Antonia Anna Pinna La voja de  mericule Me vuoglie recumbrà la casa me, L’addore de Tatone quanne fuma. La macchia de sudore de le mure I l’uocchie de chi canda p’ le sciale. Ve penze sembre i ne me pare vere; Cumm’ eme state belle tutte aunejte. Na …

Read More »

Il linguaggio di nonno Gustavo

di Antonia Anna Pinna [1] Il cielo stellato riempiva la finestra della cameretta di Susan, che dal suo lettino guardava rapita le lucine che emanavano. Somigliava alla carta dello sfondo del presepe che avevano fatto vicino al camino con il nonno Gustavo. Ripensava ai racconti che gli faceva di quando …

Read More »

La vəcchiaja

Poesia di Antonia Anna Pinna   La vəcchiaja Madonna mə, n’da mə sendə brutta,           Dəceva la vecchia; a məndə sə. Uoggə nən mə sendə Chiù lə cossə, j lə manə mə cənə tuttə schiortə. N’ùocchiə mə parə ca mə balla j lə corə cə fattə pəccerillə. Mə stienghə sembrə dendrə …

Read More »

La Romantica Malinconia di Antonia – Se nevica

Questa Poesia di  Antonia Anna Pinna[1] fa parte del racconto “Se Nevica” Se nevica Se nevica, vuol dire che Dio c’è. Ricopre la crudeltà degl’uomini, la nasconde per qualche ora, per farci riprendere fiato, copre le cartacce, buttate distrattamente, che offendono il suolo comune, terra sconsacrata dai nostri piedi pesanti. …

Read More »

Spirətə dannatə

di Antonia Anna Pinna [1] Spirətə dannatə Nə spirətə dannatə ce fərmatə a quella fundanella pə nə ‘mmurzə, la stizza d’acqua l’ha rəchenəsciutə j la pəgliatə n’gannə allassacresa. Tu si lə mostrə ca ‘mm’accisə mamma la cosa chiù bbella ch’cə steva. La vita l’è pigliatə e l’hai buttata come sə …

Read More »

Sembra ieri

di Antonia Anna Pinna [1], altosannita di Villalago Sembra ieri Comincio anch’io a scolorire come le vecchie foto degli antenati. Sembra ieri che sedevo sui gradini con un lecca-lecca tra i denti. Sono nata ieri e sto morendo oggi sotto un sole ormai straniero. La mia terra non ricorda il …

Read More »

Maria e Cleonice le sarte ricamatrici

di Antonia Anna Pinna [1] Negli anni a cavallo al 1950 e 1960 che sono quelli della mia infanzia, ogni ragazza doveva pensare a preparare il suo corredo da sposa; lenzuola, tovaglie e tovaglioli, asciugamani e tutto quanto serviva per mettere su casa. Le più brave compravano le lenzuola di …

Read More »

Chiarina la spigolatrice

di Antonia Anna Pinna [1] Anche a Villalago dopo il terremoto del 1915 costruirono un piccolo quartiere con baracche di legno come era avvenuto in altri paesi come Frattura e altri. La famiglia “d’le pesciare”  (venditore di pesce) era di quelle che ne abitava una con ben 13 figli. Vivevano …

Read More »

Lucia Gatta ( classe 1925) e il “ forno “

di Antonia Anna Pinna [1] Lucia, chiamata nel dialetto  “Luciille”, è come la roccia di montagna, forte, spigolosa e fiera. La vedi. La vedi inerpicarsi sulle scalinate del paese con pesanti carichi tenuti ben fermi sulla testa da una “spara”, decisa e sicura della propria forza; e quando non la …

Read More »