Home / Cultura / Cultura Popolare / L’uàsine di Zì Ruggere – L’asino di Zio Ruggero

L’uàsine di Zì Ruggere – L’asino di Zio Ruggero

di Benedetto di Sciullo e Giovanni Mariano  [1]

Lasino-di-zio-Ruggiero

Li cuntadine di lu Fallo, tanta tiempe fa, onn’ariccuntave la storie di n’uàsine di nu vecchie chi tutti chiente onne chiamave zì Ruggere.
Tra i contadini di Fallo, molto tempo fa, circolava una storia circa un asino di un vecchio che era chiamato da tutti affettuosamente zio Ruggero.

Siccome lu vecchie ere tante povere, nin tineve a maggniè abbasctante pi l’uàsine, accuscì zi dicidette d’ampararije a stà a dijune.
Essendo molto povero, non aveva cibo a sufficienza per dare da mangiare al suo asino, così decise di insegnargli a digiunare.

Doppe na nzè di tiempe, qualcune ncuntrette zzì Ruggere sola is, senza l’uàsine.
Dopo un po’ di tempo, qualcuno incontrò zio Ruggero da solo, senza il suo asino.

– Zzì Ruggere, chi fine ha fatte l’uàsine? A la fine, zzè mparate a sctà senza magniè? – Ionn’addummannette.
– Zio Ruggero, che fine ha fatto l’asino? Ha imparato finalmente a stare senza mangiare? – Gli domandarono.

E zzì Ruggere tutt’accurate arispunnette: – Mocche l’uàsine miè z’era mparate a sctà senza magniè, zè muorte! –
E zio Ruggero tutto triste rispose: – Adesso che il mio asino aveva imparato a non mangiare, è morto! –

   .

La frase “ggnè l’uàsine di zzì Ruggere” è, solitamente, indirizzata a chi, avendo delle pessime abitudini, è convinto che queste ultime non gli provochino nessuna conseguenza negativa.

_________________________
[1] Aneddoto = Notizia storica marginale, poco nota ma caratteristica, relativa per lo più a un personaggio o evento importante. O, anche, raccontino breve e arguto, relativo a personaggi o fatti reali o tipico, significativo di un certo ambiente. In senso più ampio, fatto particolare e curioso della vita privata di qualcun

About Enzo C. Delli Quadri

Agnonese, ex Manager Aziendale, oggi Presidente dell' Associazone ALMOSAVA-ALTOSANNIO (alto molise sangro vastese), da molti anni è impegnato a divulgare l'importanza della RIAGGREGAZIONE di questo territorio, storica culla dei Sanniti che , 50 anni fa, fu smembrato e sottoposto a 4 province e 2 regioni, contro ogni legge morale, economica e demografica.

2 commenti

  1. l’asino di zio Ruggero ha ancora molto da insegnare….

  2. L’aneddoto potrebbe proseguire con questa postilla, che si racconta dalle mie parti : come è morto l’asine de Basselucce? de fame? –No , z’è morte de fridde ,ca a la fame z’avè bbetevate ! “ è morto di freddo, perché alla fame si era abituato!
    ANCHE ALLA DUREZZA SI PUò AGGIUNGERE ….UN ALTRO PO’|

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.