Home / Cronaca / Attualità / Economia e Politica / Alto e Medio Sannio: Finalmente si ragiona in termini di integrazione territoriale.

Alto e Medio Sannio: Finalmente si ragiona in termini di integrazione territoriale.

di Fabrizio Fusco [1]

safe_image

L’area dell’Alto-Medio-Sannio si prepara alla visita della Commissione governativa incaricata di selezionare il territorio che in Molise beneficierà dello status di “Progetto-Prototipo” secondo quanto previsto nella “Strategia Nazionale per le Aree Interne” e in vista dei finanziamenti UE 2014 – 2020.

Come ormai noto, i giorni 17 e 18 giugno prossimi arriverà in Molise una delegazione corposa (forse 14 persone) del Ministero dell’Economia e delle Finanze, precisamente del Dipartimento per lo Sviluppo e la Coesione Economica (DPS) proprio per attivare l’iter di selezione del “PROGETTO PROTOTIPO” per il Molise nell’ambito della “Strategia Nazionale per le Aree Interne” relativa alla programmazione 2014-2020 dei fondi strutturali e di investimento europei.

Le Aree Progetto candidate sono quattro: area dell’Alto-Medio Sannio, area della Valle del Volturno, area del Matese e area del Fortore. Solo una delle quattro sarà scelta come area “Progetto Prototipo” beneficiaria di cospicui interventi finanziari per il settennio 2014 – 2020. L’ambito Alto-Medio-Sannio è scaturito da una scelta venuta dal basso; essa si è autodeterminata attraverso la condivisione del noto Protocollo di Intesa tra i comuni di Agnone, Frosolone e Trivento, condiviso ormai dalla quasi totalità dei comuni ricadenti nell’area della Diocesi di Trivento.

Le riunioni si susseguono. Frenetici sono i contatti con la Regione Abruzzo per cercare di creare un’unica Area Progetto con i comuni dell’area Sangro-Aventino e Trigno-Sinello. In questa direzione, fanno sapere dal Comune di Agnone, ci sono state già due riunioni, una a Casoli e l’altra a Castiglione Messere Marino.

La delegazione ministeriale sarà ad Agnone, comune che rappresenterà per la circostanza l’area dell’Alto-Medio Sannio, durante l’intera mattinata di mercoledì 18 giugno. L’incontro sarà finalizzato alla presentazione delle principali vocazioni dell’Area e all’approfondimento delle potenzialità del territorio, momento fondamentale per dimostrare di avere i requisiti per essere scelti come “PROGETTO PROTOTIPO”.

Considerando la portata storica dell’evento che potrebbe restituire un futuro alle nostre zone il giorno domenica 15 giugno presso il Teatro Italo Argentino di Agnone le Amministrazioni comunali insieme alle attività produttive e alle associazioni dell’area dell’Alto-Medio Sannio terranno l’importante incontro pubblico di cui si parlava in apertura.

E’ importante aggiungere che i cospicui finanziamenti per lo Sviluppo Locale di cui godrà l’area scelta come Progetto Prototipo interesseranno la Sanità, la Mobilità e la Scuola, con l’obiettivo dichiarato nella stessa Strategia di fermare lo spopolamento.

 ________________________
[1] Fabrizio Fusco, nativo di Roma, ma con sangue abruzzese nelle vene, giornalista, direttore della testata giornalistica on line Teleaesse.it, cultore di storia locale e di relazioni sociali

 

About Enzo C. Delli Quadri

Agnonese, ex Manager Aziendale, oggi Presidente dell' Associazone ALMOSAVA-ALTOSANNIO (alto molise sangro vastese), da molti anni è impegnato a divulgare l'importanza della RIAGGREGAZIONE di questo territorio, storica culla dei Sanniti che , 50 anni fa, fu smembrato e sottoposto a 4 province e 2 regioni, contro ogni legge morale, economica e demografica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.