Home / Cronaca / Attualità / Economia e Politica / ALMOSAVA e la Politica

ALMOSAVA e la Politica

di Enzo C. Delli Quadri

 

I paesini di montagna al confine tra Abruzzo e Molise muoiono lentamente per spopolamento e troppe anime si aggirano tra le stradine dei borghi, anestetizzate.

Cosa può fare la cultura per risvegliare le coscienze addormentate, oltre che scrivere, raccontare, narrare, lanciare appelli, testimoniare, divulgare, difendere la lingua, l’arte e i ricordi?

Nella situazione attuale, la Cultura deve, senza remore,  affrontate il potere, sia esso di destra, di centro o di sinistra che, oggi, a tutti i livelli, vive prigioniero di una bolla fatta di speculazione e autorefenzialità. Deve raccontate il passato per indicare un futuro. E, in cambio, non deve chiedere niente, nè prebende, né incarichi particolari.

ALMOSAVA, con il suo Centro Avanzato di Studi del Territorio (CAST), si muove su questo filone: certamente scrive, narra, testimonia, lancia appelli, ma fa di più; raccontando il passato e indicando il futuro, è in prima linea contro  il Potere di Governanti, siano essi di destra siano essi di sinistra, troppo spesso insensibili e impermeabili ai poderosi processi di trasformazione in atto.

Sarà accusata di superbia, di saccenteria, di presunzione. Questo rischio va corso. E va messo in conto la possibilità non remota di distruggere legami personali storici e importanti.

Se la Cultura restasse solo contemplazione, anche per fuggire il disgusto e lo sconforto delle miserie umane, l’alternativa sarebbe l’eremo oppure la voce nel deserto. Ma, in questo caso l’accusa di superbia, accettabile, si trasformerebbe in accusa intollerabile di pusillanimità, complicità e subalternità al potere.

About Enzo C. Delli Quadri

Agnonese, ex Manager Aziendale, oggi Presidente dell' Associazone ALMOSAVA-ALTOSANNIO (alto molise sangro vastese), da molti anni è impegnato a divulgare l'importanza della RIAGGREGAZIONE di questo territorio, storica culla dei Sanniti che , 50 anni fa, fu smembrato e sottoposto a 4 province e 2 regioni, contro ogni legge morale, economica e demografica.

2 commenti

  1. Lucarellicarmine

    Il sapere vale più del potere ma chi non puote come fa a sapere!

    • Gustavo Tempesta Petresine

      Chi non possiede il potere può sviluppare la sua cultura alternativa, basta la volontà di studiare, di organizzarsi e di opporsi alle dominanze curtensi.

Rispondi a Gustavo Tempesta Petresine Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.