Home / Cultura / Cultura Popolare / Proverbi Invernali Almosaviani (dell’Alto Sannio)

Proverbi Invernali Almosaviani (dell’Alto Sannio)

Questi proverbi sono tratti da una ricerca “sul campo”  su usi, credenze, proverbi, filastrocche e canzoni condotta da  di Michele Di Ciero[1]  e riportati nel libro “Tradizioni popolari di Agnone” di Lucia Amicarelli e “Folklore di Agnone” di Michele Di Ciero, libro curato e valorizzato  dallo studioso molisano di tradizioni popolari Domenico Meo, il quale, nell’introduzione, ha voluto accennare alla storia dell’antropologia culturale e fare il punto sui contributi folklorici e di lingua dialettale riguardanti Agnone dalla fine dell’Ottocento ad oggi. Il lavoro di Michele Di Ciero offre proverbi, cantilene, filastrocche, alcuni rimedi di medicina popolare, usi e credenze e cantilene religiose.

Centinaia di altri proverbi e modi di dire, riguardanti il clima, la famiglia, la società, i vizi e le virtù, la bellezza e l’amore, la ricchezza, il lavoro, la cattiveria, sono riportati nella sezione Cultura>Modi di dire, di questo sito

 

.

Mmalətiémbə e mmal’éumə dùranə pìcca.
Brutto tempo e uomo cattivo durano poco.

Jənneàrə sicchə masseàrə ricchə.
Gennaio asciutto, massaio (curatore di un allevamento di bestiame) ricco.

Uàllə a rru sədətìurə mmalətiémbə appìsə nghìurə.
Gallo sul posatoio (del pollaio) maltempo in arrivo.

Jənneàrə sfàscja pagljeàrə.
Gennaio, con le sue abbondanti nevicate, sfascia i casolari di campagna.

A sand’Andògnə də jənneàrə ru sólə allónga də nu passə də cheànə.
Dal giorno di sant’Antonio abate (17 gennaio) la giornata è più lunga di un passo di cane.

Natàlə chə ru suléunə Pàsqua chə ru təzzéunə.
Natale con il sole Pasqua con il tizzone.

Ária róscja o viéndə o mbóssa.
Il cielo rossastro preannuncia il vento o la pioggia.

Lə mègljə ciòccəra arpùnnələ pə majjə.
I ciocchi migliori conservali per il mese di maggio.

La vuórja all’arvuldeàta ru vjéndə all’abbacheàta.
Al sopraggiungere della borea si placa il vento.

La névə də dəciémbrə cə méttə rə diéndə.
La neve a dicembre ci mette i denti, non si toglie facilmente perché le giornate sono fredde e corte.

Cambàna a llunghə mmalətiémbə a ccùrtə.
Se la campana si ode da lontano il maltempo si avvicina.

 

 



[1] Michele Di Ciero, Molisano di Agnone (IS), fu Maestro e Direttore Didattico. Sue le ricerche “sul campo” di usi, credenze, proverbi, filastrocche e canzoni narrative.

About Enzo C. Delli Quadri

Agnonese, ex Manager Aziendale, oggi Presidente dell' Associazone ALMOSAVA-ALTOSANNIO (alto molise sangro vastese), da molti anni è impegnato a divulgare l'importanza della RIAGGREGAZIONE di questo territorio, storica culla dei Sanniti che , 50 anni fa, fu smembrato e sottoposto a 4 province e 2 regioni, contro ogni legge morale, economica e demografica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.