Agnone: san Diodato e la cetonia

di Maria Merola

Agnone La Chiesa Madre di San Marco

Mi ricordo che, quando ero bambina, mia nonna mi raccontava di san Diodato martire, le cui reliquie sono visitabili presso la Chiesa Madre di AgnoneSan Marco.

Per la precisione mi diceva di una leggenda, di cui non riesco a trovare notizie, riguardante una cetonia verde, rimasta intrappolato all’interno della teca con le reliquie del Santo. La leggenda sostiene che qualora la cetonia avesse modificato la sua posizione all’interno della teca sarebbero accadute delle calamità naturali.

Il corpo di san Diodato martire fu rinvenuto nelle catacombe romane e da certi indizi della sua sepoltura fu ritenuto quello di un martire. Le ossa racchiuse in membra di cera furono sistemate in un’urna ed esposte alla venerazione dei fedeli.

__________________
Editing: Francesco Di Rienzo
Copyright: La Terra in Mezzo

About Francesco Di Rienzo

Francesco Di Rienzo è nato a Napoli da genitori capracottesi. Lavora come responsabile dell'ufficio stampa di una delle più importanti società italiane nel settore dei beni culturali. Conduce da circa 25 anni studi e ricerche su Capracotta e sull'Alto Molise. Eletto nel Consiglio Direttivo del CAST ALMOSAVA il 21 settembre 2012, è uno dei fondatori dell'Associazione "Amici di Capracotta", di cui ricopre attualmente l'incarico di segretario. È autore di diverse pubblicazioni sulla storia e sulle tradizioni di Capracotta. È socio della Società Napoletana di Storia Patria

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.