Agnone e i suoi fantasmi

di Maria Merola

Agnone, non smette mai  di stupirci. Oltre al famoso Palazzo Nuonno, di cui alcuni anni fa circolava anche una foto su Facebook attestante la presenza di una persona dietro la finestra, peccato che la finestra sia murata… Comunque Agnone a quanto pare avrebbe altri fantasmi. I diversamente vivi abiterebbero presso la Biblioteca Comunale e Sala del Consiglio, ex Convento di San Francesco. Si racconta che alcuni muratori, durante i lavori di ristrutturazione, abbiano visto delle impronte di piedi scalzi, stessa cosa fu confermata dall’addetto alle pulizie. Furono chiamati “i passi di San Francesco”.

Il collegamento tra Palazzo Nuonno e il convento starebbe tutto nelle morti violente e comunque nella ingiusta persecuzione che veniva attuata. I Minutolo erano soliti perseguitare e torturare chi aveva contratto debiti con loro, mentre l’Inquisizione risiedeva proprio in palazzo San Francesco.

Un altro racconto riguarda il collegamento che c’è tra il Convento dei Frati e quello delle Clarisse del Convento di Santa Chiara. Si dice siano stati trovati dei feti frutto di rapporti incestuosi. Mio padre sostiene che questo racconto sia fasullo, ma qui non siamo nella sede adatta per parlare di fatti veri o reali.

_____________
Editing: Francesco Di Rienzo
Copyright: La Terra in Mezzo

About Francesco Di Rienzo

Francesco Di Rienzo è nato a Napoli da genitori capracottesi. Lavora come responsabile dell'ufficio stampa di una delle più importanti società italiane nel settore dei beni culturali. Conduce da circa 25 anni studi e ricerche su Capracotta e sull'Alto Molise. Eletto nel Consiglio Direttivo del CAST ALMOSAVA il 21 settembre 2012, è uno dei fondatori dell'Associazione "Amici di Capracotta", di cui ricopre attualmente l'incarico di segretario. È autore di diverse pubblicazioni sulla storia e sulle tradizioni di Capracotta. È socio della Società Napoletana di Storia Patria

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.