Home / Cultura / Cultura Popolare / Acqua del Trigno

Acqua del Trigno

Poesia di Pasquale Izzi [1] 

Il Trigno a Civitanova del Sannio
Il Trigno

Acqua del Trigno

So che tu mi hai battezzato,
quando ero infante appena nato.

Ricordo che da ragazzo bevevo alla tua fonte
e giocando con te mi bagnavo e dissetavo,
nel tuo limpido stagno mi specchiavo.

E mente tu sorgevi, meravigliato
vedevo il sole risplendere nel tuo fondale.

Oggi rimpiango il bel tempo passato:
addio verde giovinezza amata,
di questa vita son già stanco
ma dell’eterna rassegnato.

Lode a te Acqua che ancora sgorghi
fresca da quel luogo come allora,
fra i colli rocciosi, all’ombra dei boschi
scorri a valle e scavando ancor profondo
quel tortuoso solco,
fino al mare con il tuo fiume te ne vai.


[1] Pasquale Izzi, di Vastogirardi

Copyright Vastogirardi&Fiends,
Editing: Enzo C. Delli Quadri

 

About Enzo C. Delli Quadri

Agnonese, ex Manager Aziendale, oggi Presidente dell' Associazone ALMOSAVA-ALTOSANNIO (alto molise sangro vastese), da molti anni è impegnato a divulgare l'importanza della RIAGGREGAZIONE di questo territorio, storica culla dei Sanniti che , 50 anni fa, fu smembrato e sottoposto a 4 province e 2 regioni, contro ogni legge morale, economica e demografica.

Un commento

  1. Ha fatto tanto percorso il fiume Trigno, bagnando coste e campi scorrendo fra dirupi e valli ed anch’io ho goduto qualche volta del suo refrigerio estivo in tempi lontani… vicino al santuario di CANNETO, nel territorio di Roccavivara ( e Montefalcone nel Sannio, mio paese nativo ! ).
    Abbeverati dunque alla stessa fresca acqua, sconosciuti, ma accomunati dall’essere SANNITI del tempo passato… e con l’amore per la poesia .
    Complimenti per i tuoi spontanei e poetici versi, dedicati al nostro bel fiume.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.