Home / Cultura / Cultura Popolare / Viteliù nel Santuario della Nazione

Viteliù nel Santuario della Nazione

Transita, Claudio Colaizzo, Paesaggi d’Abruzzo, Molise Discovery e il Comune di Pietrabbondante 1l 14 aprile 2013, hanno organizzato il treno della “Identità Storica”, con lo scopo di andare alla conoscenza delle radici del Territorio e, nel contempo, di continuare a dare vita e smalto alla Transiberiana d’Italia.

Le radici del territorio, tornate alla luce grazie al Romanzo Storico “Viteliù – Il nome della Libertà” dello scrittore  Nicola Mastronardi, sono state esaltate dal letterato Sergio Sammartino, dall’attrice Daniela Terreri e dal musicista Simone Sala, alla presenza di centinaia di abruzzesi e mlisani che hanno raggiunto il Santuario della Nazione di Pietrabbondante utilizzando la Transiberiana d’Italia.

Foto di Ivano D'Ortenzio - Dalla Transiberiana d'Italia Sulmona, la valle Peligna e sullo sfondo il Gran Sasso

 

Foto di Lorenzo Fosco - Dalla Transiberiana..... In viaggio verso Pietrabbondante

 

Paride Bucco - Il treno "Identità storica" del 14 aprile in marcia nella verdissima piana poco prima di fermarsi nella stazione di Rivisondoli-Pescocostanzo, il punto più alto della linea.

 

Gli spettatori arrivati con il treno della Transiberiana d'Italia assistono alla rappresentazione che riporta tutti alla radici profonde di questo nostro territorio

 

Foto di Luigi Bucco - Teatro Italico in Pietrabbondante. Il momento storico-culturale del viaggio in treno del 14 aprile, con la rievocazione degli eventi della storia italica.

 

Un momento della rappresentazione, con , in primo piano, lo scrittore Nicola Mastronardi

 

Altro momento della rappresentazione con Simone Sala al piano e Sergio Sammartino che declama.
L'attrice Daniela Terreri all'interno dell'emiciclo del Santuario della Nazione sannita interpreta un Brano di Viteliu - Il nome della Libertà

About Enzo C. Delli Quadri

Agnonese, ex Manager Aziendale, oggi Presidente dell' Associazone ALMOSAVA-ALTOSANNIO (alto molise sangro vastese), da molti anni è impegnato a divulgare l'importanza della RIAGGREGAZIONE di questo territorio, storica culla dei Sanniti che , 50 anni fa, fu smembrato e sottoposto a 4 province e 2 regioni, contro ogni legge morale, economica e demografica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.