Home / Cultura / Territorio / Territorio e Popolazione / Comuni dell'Alto Molise IS / Villa San Michele, la ricetta della nonna: la polenta

Villa San Michele, la ricetta della nonna: la polenta

Far bollire l’acqua, aggiungere il sale, una noce di burro per non farla attaccare al paiolo.

Mettere a pioggia la farina gialla, cioè quella di granoturco, e rimescolare piano piano preferibilmente con un cucchiaio di legno.

Farla cuocere lentamente finché non si incomincia a staccare dalla pentola. Preparare nel frattempo il condimento: pancetta, salsiccia ed anche un po’ d’olio se occorre.

Far friggere per bene e versarlo sulla polenta dopo averla spalmata su un tagliere o su di un piatto piano. Aggiungere formaggio fresco e piccante, peperoncino o pepe a piacimento e servire subito.

Volendo si può condire con un po’ di sugo al pomodoro e peperoni, o con funghi, o con cinghiale, o con tartufo e così via.

La polenta nella foto è condita con salsiccia di maiale, carne di cinghiale, peperoncino, olio extra vergine d’oliva e formaggio fresco di  mucca.

 


Editing: Francesco Di Rienzo
Copyright: Amici di Villa San Michele

 

About Francesco Di Rienzo

Francesco Di Rienzo è nato a Napoli da genitori capracottesi. Lavora come responsabile dell'ufficio stampa di una delle più importanti società italiane nel settore dei beni culturali. Conduce da circa 25 anni studi e ricerche su Capracotta e sull'Alto Molise. Eletto nel Consiglio Direttivo del CAST ALMOSAVA il 21 settembre 2012, è uno dei fondatori dell'Associazione "Amici di Capracotta", di cui ricopre attualmente l'incarico di segretario. È autore di diverse pubblicazioni sulla storia e sulle tradizioni di Capracotta. È socio della Società Napoletana di Storia Patria

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.