Home / Cultura / Cultura Popolare / Vejta – Vita

Vejta – Vita

di Antonia Anna Pinna [1]

Nicola Riccardi, la bellezza della vita
Nicola Riccardi, la bellezza della vita

Vejta

La vejta è bbella. …è bbella assaje
Me la vulescie magna’ a vulìa d’ pan’.
Me la vulescie stracena’ alla tana.
Mascecàrmela fin’all’uosse.
S’ me puteva arrambecà,
Te venev a chianghia’
D’ bace i d’ carezze.
Quande cumbagne i quanda grascia. …
Me si reservate Patre meje.
Madre, fretielle, sore, tatone i nonne
Tutt’ men’ vulute bene.
I figliema è na stella chiù bella de na rosa.
Che te pozze da’ je; povera a me’.
Te vuoje strign’ fort’ ‘ mbiette.
I s’me puorte alla casa te’…
Nen me ne ‘mborta
Basta ca’ stienghe sembre vecin’a te.

Vita

La vita è bella…è bella assai.
La vorrei mangiare per voglia di pane.
La vorrei trascinare nella mia tana.
Masticarla fino all’osso.
Se potessi arrampicarmi
Ti verrei a coprire di baci e di carezze.
Quanti compagni e quanta abbondanza
Mi hai riservato Padre mio.
Madre, fratelli, sorelle, nonni e nonne
Tutti mi hanno voluto bene.
E mia figlia è una stella più bella di una rosa.
Che ti posso dare io; povera me.
Ti voglio stringere forte al petto.
E se mi porti a casa tua…
Non m’importa
Basta che sto vicino a te.

_______________________________
[1] Antonia Anna PinnaAbruzzese di Villalago (AQ), lavora in Banca d’Italia. Ama la scrittura e, in particolare, la poesia che nasce dal suo profondo amore per ogni forma di vita, dal suo essere donna, madre e moglie.

Copyright Altosannio Magazine
Editing: Enzo C. Delli Quadri

 

About Antonia Anna Pinna

Antonia Anna Pinna, Abruzzese di Villalago (AQ), lavora in Banca d’Italia. Ama la scrittura e, in particolare, la poesia che nasce dal suo profondo amore per ogni forma di vita, dal suo essere donna, madre e moglie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.