Un matematico di Forlì del Sannio: il professor Nicola Trudi

0
557

di Nicola Rotolo

L'epigrafe di Nicola Trudi in corso Mazzini a Campobasso
L’epigrafe di Nicola Trudi a Campobasso

Il Prof. Nicola Trudi, oriundo di Forlì del Sannio, nacque a Campobasso il 21 luglio 1811. Illustre Matematico fu professore di calcolo infinitesimale all’università di Napoli. Le sue ricerche riguardarono soprattutto le funzioni ellittiche. Fu anche autore di uno dei primi trattati sui determinanti. Viveva a Napoli nel Palazzo Filangieri di Arianello in via Atri 23, stesso palazzo nel quale vissero anche altri personaggi illustri come Gaetano Filangieri (1752-1788), Benedetto Croce. Una epigrafe sulla facciata, menziona la morte del Matematico Nicola Trudi, che abitò nel palazzo all’inizio del XIX secolo.

Nel 1850 divenne professore al Collegio di Marina di Napoli e nel 1851 professore di Calcolo all’Università, ove si conserva un suo busto. Facendo tesoro dei contatti avuti col Jacobi e lo Steiner, che nell’aprile 1844 furono in viaggio a Napoli, fu tra i primi a innalzare il depresso livello degli studi matematici in quella città e la sua regione.

I suoi contributi personali concernono principalmente la teoria delle funzioni ellittiche e i connessi poligoni di Poncelet. Autore di uno dei primi trattati sui determinanti. Socio dell’Accademia delle Scienze fisiche e matematiche di Napoli di cui fu Presidente negli anni 1869, 1877 e 1883 nonché socio dell’Accademia Pontaniana. Morì a Caserta il 3 – 10 – 1884. Insieme ad Achille Sanna fu “professore efficacissimo ed ornamento e splendore dell’Ateneo della città di Napoli”.

Editing: Francesco Di Rienzo

Copyright: Forlì del Sannio

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.