Home / Cultura / Turismo in Altosannio / Monumenti / Trivento, la Cripta della Cattedrale

Trivento, la Cripta della Cattedrale

Dal sito di Piacere Molise

Cripta della Cattedrale diTrivento
Cripta della Cattedrale diTrivento

La parte più antica della Cattedrale di Trivento è sicuramente la cripta, dedicata al martire San Casto, e, molto probabilmente, databile al secolo XII. La tradizione vuole che sia stata edificata su un antico tempio dedicato a Diana, dopo la morte di S. Casto, ritenuto da alcuni primo vescovo di Trivento.
La Cripta è divisa in sette piccole navate, con archi a tutto sesto, e con volte a crociera sorrette da sedici colonne, di cui otto monolitiche, e da due grossi pilastri quadrangolari disposti in tre file e a distanza irregolare tra loro.

Gli archi si appoggiano su semicolonne adagiate sui muri che la delimitano e due di queste si trovano al centro delle absidi. Sull’altare si può osservare una lunetta con il bassorilievo della SS. Trinità fiancheggiata da due angeli e due delfini.

Nella cripta si trovano, inoltre, tre statue lignee, datate tra il sec. XII ed il XIII. Queste raffigurano due Madonne in trono, e Santa Caterina d’Alessandria. Sulle pareti sono presenti degli affreschi, purtroppo conservati in cattivo stato.

Infine, va segnalato come durante i lavori di recupero della stessa Cripta, all’esterno però delle mura perimetrali, sono stati recuperati dei resti di scheletri umani. Tali ritrovamento hanno fatto pensare a possibili sacrifici umani nel luogo, oppure, più semplicemente, ad un piccolo cimitero.

 

About Enzo C. Delli Quadri

Agnonese, ex Manager Aziendale, oggi Presidente dell' Associazone ALMOSAVA-ALTOSANNIO (alto molise sangro vastese), da molti anni è impegnato a divulgare l'importanza della RIAGGREGAZIONE di questo territorio, storica culla dei Sanniti che , 50 anni fa, fu smembrato e sottoposto a 4 province e 2 regioni, contro ogni legge morale, economica e demografica.

Un commento

  1. Dodicesimo secolo, sedici colonne di cui otto monolitiche mi far venire in mente i templi dei templari, Nicola tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.