Home / Cultura / Tradizioni / Arti e Mestieri / Tesori dell’Altosannio: la pasticceria Carosella

Tesori dell’Altosannio: la pasticceria Carosella

a cura di Enzo C. Delli Quadri

confetti-ricci
I confetti ricci della Pasticceria Carosella

La Pasticceria Carosella nasce in Agnone nel lontano 1839 ad opera di Nicola Carosella, giovane proveniente da una famiglia di artigiani del settore. Ma, è già dagli albori del 1700 che la famiglia si dedicava all’arte della pasticceria. Infatti, così come attestato nel Catasto Onciario, censimento voluto dal re di Napoli Carlo di Borbone, in quell’epoca Francesco Carosella,  antico avo, figura quale rinomato speziale e venditore di cannamela.

Fin dal suo esordio l’azienda ha tenuto un carattere prettamente familiare tramandatasi di padre in figlio fino ai nostri giorni. Attivo dunque da oltre 150 anni, il negozio-laboratorio è tra i più antichi del Molise e trova nella mandorle confettate ricce la sua specialità più famosa. 

Con Nicola, Pasquale, Roberto e Mario, i Carosella hanno partecipato alle più importanti manifestazioni nazionali ed estere di fine ‘800 e del ventesimo secolo: Londra 1888, Parigi 1889, Edimburgo 1890, Chicago 1893, Firenze, Bruxelles 1910 per citarne solo alcune, riportando sempre grande successo e prestigiosi premi anche in tempi più vicini ai nostri. E’, infatti, del 1978 l’Oscar Italiano della Pasticceria, e del 1984 l’Ercole d’Oro A Roma. 

Pasticceria Carosella

Il ricco medagliere è conservato ed esposto nell’ antico negozio, che, tra l’altro si fregia del titolo di appartenere al circolo delle dimore storiche italiane.

La Pasticceria Carosella è, quindi, un’azienda orgogliosamente artigianale tramandatasi di padre in figlio/a/nipoti, di generazione in generazione, fino ad oggi. Nel tempo ha scelto di non ingrandirsi mai perché restare una “ piccola” impresa è stata e continua ad essere una scelta precisa e voluta all’insegna di un brand ormai fortemente riconoscibile e contrassegnato da una produzione di altissima qualità, così come attestato dalle segnalazioni costanti delle più importanti riviste del settore, Slow Food, Gambero Rosso, etc.

I dolci racchiudono tutta la forza della tradizione insieme alla sconfinata passione della famiglia Carosella per l’arte dolciaria. Le antiche ricette si fondono con l’uso delle materie prime della più alta qualità rispettando rigorosamente i tempi e i modi di produzione di una volta. Nascono così dei veri e propri piccoli capolavori del gusto. Dalle inimitabili mandorle confettate ricce, prodotto brevettato e unico nel suo genere, alle Paste Imperiali, morbidissimo pan di spagna ripieno di crema pasticcera o crema al cioccolato, rigorosamente artigianale, ricoperto da delicata glassa di zucchero,   ai morbidi mostaccioli confezionati con marmellate rigorosamente di produzione della casa e con frutta raccolta nei frutteti di famiglia, fino ad arrivare alle ostie di Agnone, al torrone Carosella ed alla particolarissima pasta realeE ancora: una vasta gamma di pasticceria secca.  

Confetti ricci
Confetti ricci
Paste Imperiali
Paste Imperiali alla crema
Paste imperiali al cioccolato
Paste imperiali al cioccolato
Cannolo, pesca e paste imperiali
Cannolo, pesca e paste imperiali
Torroni Carosella
Torroni Carosella
ostie
Ostie, dolce natalizio

 

Editing: Enzo C. Delli Quadri
Copyright Altosannio Magazine 

 

About Enzo C. Delli Quadri

Agnonese, ex Manager Aziendale, oggi Presidente dell' Associazone ALMOSAVA-ALTOSANNIO (alto molise sangro vastese), da molti anni è impegnato a divulgare l'importanza della RIAGGREGAZIONE di questo territorio, storica culla dei Sanniti che , 50 anni fa, fu smembrato e sottoposto a 4 province e 2 regioni, contro ogni legge morale, economica e demografica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.