Home / Tag Archives: Poggio Sannita

Tag Archives: Poggio Sannita

A volte può succedere…

Pubblichiamo la prefazione del volume “Baccari, d’Avalos, Petra e Pizzella: altomolisani nella chiesa dello Spirito Santo dei Napoletani a Roma”, stampato dall’Associazione “Amici di Capracotta” per l’estate 2019, che sarà presentato dagli autori Domenico Di Nucci, Francesco Di Rienzo, Claudio Iannone e Paolo Trotta a Vastogirardi mercoledì 7 agosto alle …

Read More »

“Le ballecone” Il Balcone – Video Musicale

“Le ballecone” Canzone presentata da Poggio Sannita  al 23° Festival Canzone Dialettale Molisana tenutosi a Gambatesa 11 e 13 agosto 2012 Versi di Tiberio La Rocca, Musica di Fantilli Le ballecone Se te mitte loche n-gima e tamiende attorne a te Sembra ca ste n-paradise che bellezza, guorda, edè. Guorde e vide …

Read More »

Le leggende di Poggio Sannita

La cittadina di Poggio Sannita

di Maria Merola Tramandata da padre in figlio, anche Poggio Sannita, ex Caccavone, come molti altri paesi del Molise, ha una leggenda tutta sua. Nell’860, gli abitanti delle contrade, sapendo che gli invasori si stavano dirigendo verso il Trigno,  decisero di mettere in salvo se stessi e le provviste, conservando tutto in …

Read More »

La famiglia D’Onofrio di Poggio Sannita

L'organo barocco di Carunchio di Francesco Pasquale d'Onofrio

Poche e frammentarie sono, purtroppo, le notizie sulla celebre famiglia D’Onofrio, artigiani costruttori di organi di Caccavone. Anche se l’origine della famiglia è risalente al 1400, l’inizio dell’attività documentata dai loro capolavori può essere fatta risalire solo a partire dall’inizio del 1700, periodo in cui il maestro Luca D’Onofrio realizzò …

Read More »

Le Vine – Il vino

Tiberio La Rocca[1]  Le Vine Prima de la mmalatia ogni tante capetava, specialmende ngò candata,  cò bbechier ce scappava. – Ne nnè cosa mmalamende basta sol ca nnè cite, se può viv liend liend, te fa bène nen t’accide. – Sci, le vine è medecina, l’hia pegliè matina e sera …

Read More »

La notte

 Poesia di Tiberio La rocca La notte La notte pe me è meglie de le iuorne, m’addorme e me z’aiepra nuondre munne me sonne ca sò re, sò presedende, e ca chemmanne ncima a tanta iende. Na notte me sennève ca era Papa…, e m’affacciava da culle ballecone e ca …

Read More »

La Salgiccia

di Tiberio La Rocca [1] La Salgiccia Gna la vide bella appesa,/ che ze secca chiène, chiène/ te la guorde che na voglia,/ è gna n’uosse pe le chène!/ La può fa pruopria gna vuò,/ a zeppetta o a na vessora/ fatt’arruste a na ceniscia,/ tant’è bbona a ogne ora!/ …

Read More »

Natale – Poesia

di Tiberio La Rocca [1] Natale Cagnètte le destine de le munne, na fredda notte de tant’enne fa menètte Criste n-cima a chesta terra, menètte a pertà pace gna ze sa. Nascètte peverielle a na capanna, nascètte pe campà senza peccate senza vestite, gnè l’ulteme pezzente, sole dall’anemele arrescallate. Da …

Read More »

Ne munne senza vine

Poesia di Tiberio La Rocca [1] Ne munne senza vine  Se ze fenisse l’acca a custe munne, ngo mode certamente ze facera ma n-zia mè a fenì fosse le vine, parecchia iende crè ca z’accedèra. Penza a ne magliatielle o la le larduocchie, che na bettiglia d’acca e senza vine …

Read More »

E penze – E penso

Poesia di Tiberio La Rocca [1] E penze Guorde le ciele e penze a chi l’ha fatte, penze a le Patreterne sciabbenditte h’ha fatte ciele, terra e le perzone, e ha fatte n’andracosa…………Caccavone. Penze a la iende che sò canesciute, e a tutte chille che ze ne sò gghiute e …

Read More »