Home / Tag Archives: Letteratura Capracottese

Tag Archives: Letteratura Capracottese

I contatti tra Luigi Sturzo e Torquato Di Tella: l’endorsement del filantropo capracottese in favore di Giuseppe Raimondi

di Francesco Mendozzi Se in Argentina il nome di Torquato Di Tella è da settant’anni sinonimo di successo industriale ed impegno politico, a Capracotta, suo paese natale, la figura carismatica del Di Tella è stata riconosciuta relativamente tardi anche se gli sono stati tributati i giusti onori. In Italia, invece, …

Read More »

Tutta Capracotta scomparsa ogni divisione personale: un’oceanica folla all’inaugurazione del gagliardetto fascista

di Francesco Mendozzi La moderna storiografia è quasi del tutto concorde nel far risalire le origini ideologiche del fascismo nella contemporanea presenza, tra le diverse correnti di pensiero, del decadentismo, del futurismo, del sindacalismo rivoluzionario e del sentimento di frustrazione, interno agli ambienti del nazionalismo italiano, derivante dalla cosiddetta vittoria …

Read More »

I pastori di Capracotta e la Somalia: la nostalgia del “procuoio” ai tempi dell’A.F.I.S.

di Francesco Mendozzi Nel 1950 Tommaso Besozzi titolò un pezzo per l’Europeo così: «I pastori di Capracotta vivono di pancotto tutto l’anno». Il celebre giornalista vigevanese – che sovente si occupava dell’area altosannita – descrisse in quell’articolo la vita miserabile a cui erano costretti i pastori disoccupati di Capracotta. In …

Read More »

Il prof. Cardarelli in Alto Molise: la visita informale di un capracottese d’adozione

di Francesco Mendozzi Medico insigne, docente universitario, deputato e infine senatore del Regno d’Italia, Antonio Cardarelli (1831-1927) era superstite da quattro giorni di visite ufficiali e di saluti istituzionali nella cittadina di Agnone quando, domenica 25 ottobre 1885, arrivò finalmente a Capracotta, il paese del marito di sua nipote. Le …

Read More »

Due poesie per Monte Campo: Amelia Rosselli ed Elvira Santilli, ermetismo e tradizione

di Francesco Mendozzi Una delle scoperte più rilevanti che mi vanto di aver compiuto coi miei studi è stata quella riguardante il soggiorno capracottese di Amelia Rosselli (1930-1996), grandissima rappresentante della cosiddetta generazione degli anni Trenta, che ha dato i natali a Umberto Eco, Giovanni Raboni o Alda Merini. Ciò …

Read More »