Home / Tag Archives: Flora Delli Quadri

Tag Archives: Flora Delli Quadri

La chiamavano “la Befana”

di Flora Delli Quadri Ho un preciso ricordo di bambina: seguivo in corteo la processione della Madonna di Costantinopoli quando, alzando gli occhi verso un “finestrillo” di una casa in piazza Libero Serafini, vidi un viso che sporgeva quel tanto necessario per guardare senza essere visti. Il volto era scheletrico …

Read More »

I Cultori dell’Altosannio

Un grazie di cuore a tutti i Cultori (Almosaviani) dell’Altosannio che, a titolo gratùito, con Storie, racconti, poesie, itinerari, elaborati, schede tecniche, ricette, rubriche, hanno consentito, finora, la pubblicazione di oltre 3.500 articoli, il 90% dei quali non ha tempo: resisteranno domani, fra un anno, fra 500 anni. Per renderli usufruibili, attraverso un editing …

Read More »

San Bernardino in Agnone: il ciliegio

di Massimo Gargiulo[1] IL CILIEGIO Laggiù, verso il fondovalle a piè di Agnone ove serpeggia gorgogliando il placido Verrino, pallido ed effimero un prunus avium fioriva nel tenero maggio molisano.       E quando rosseggiavano i grappoli di turgide ciliegie, un nugoletto di scavezzacolli, come passeri frullanti, scendeva furtivo …

Read More »

San Bernardino in Agnone nei versi nostalgici di un suo convittore

di Massimo Gargiulo [1] I CONVITTORI Ricordi, Alfredo , quelle prime notti di prorompente primavera ? Stavamo sporti alla finestra della camerata, puzzolente di piedi e scarpe fradice di cento convittori, per respirare il balsamo fresco e fragrante di profumi d’erbe e di ciliegi. Intimiditi dalla luce bianca della Luna, …

Read More »

Il professore Luciano Tavarozzi

di Maria Delli Quadri Luciano Tavarozzi, più noto come Cî-ano (non come il ben più noto Galeazzo, ma proprio Cî-ano, Cî-ano), era il nostro professore di disegno al Liceo Scientifico che non aveva, all’epoca, nomi di papi o altro, ma si chiamava semplicemente Liceo Scientifico e basta. Era subentrato al professore …

Read More »

“Li mucchije” (I cumuli)

di Guido Delle Monache[1] Accadde d’estate, a Penne nei primi anni ’50. Eravamo in una grande aia di “nu camparole” (un proprietario di un grande podere) per la trebbiatura del suo grano. Visto la maestosità dei due grandi cumuli (li mucchije), occorrevano più di due giorni per completare i lavori. Ognuno …

Read More »

Le ragazze di Zazzà

Lungo il vecchio tracciato della S.S. Istonia, a pochi chilometri da Agnone, c’è una vecchia casa cantoniera oggi abbandonata, situata in prossimità di una curva a gomito che tutti chiamano “la curva Zazzà”. La storia che pubblichiamo ci riporta indietro nel tempo, quando le case cantoniere (e i cantonieri, tale era il papà dell’autrice) erano un …

Read More »

Breve storia del costume femminile

di Alessandro Delli Quadri In passato, dall’insieme e dai particolari caratterizzanti l’abbigliamento femminile, era possibile individuare la zona di provenienza di una persona. Nei nostri paesi questo era ancora possibile fino a tutti gli anni ’60, soprattutto nei giorni di mercato, quando ancora si vedevano in giro donne anziane col costume …

Read More »

La neve nel bicchiere

di Rita Cerimele [1] Largo Carlo Alberto numero 5, dove “le nevicate” della mia infanzia hanno bloccato oltre l’uscita di casa, i miei pensieri. Da ragazzi si crede nella magia; la convinzione dell’esistenza di un mondo fatato si rafforza quando ne avviene la realizzazione, anche solo dopo un semplice sogno. Dormivo …

Read More »

Quando il meteo non era ancora diventato una moda

di Minella Busico Marcovecchio [1] Dalla fine dell’800 e per moltissimi anni, fino a metà degli anni cinquanta, per rilevare parametri meteorologici significativi, dapprima il mio bisnonno Pier Francesco de Horatiis e, successivamente, mio nonno Cesare de Horatiis fornivano giornalmente al servizio meteorologico nazionale rilevazioni su pressione atmosferica, direzione e …

Read More »