SINDACI ALMOSAVIANI: la vostra terra ha fatto parte della Grande Storia d’Italia

0
705

di Enzo C. Delli Quadri

Immagino che i  sindaci dei sotto elencati comuni almosaviani (dell’Alto Molise Sangro Vastese) abbiano letto il libro VITELIU’, Il nome della Libertà (ITACA Editore).

Immagino che un fremito li abbia presi nel leggere la straordinaria storia narrata in modo semplicemente ammirevole da Nicola Mastronardi e come siano rimasti profondamente colpiti nell’ apprendere che tutto il loro territorio, che io chiamo ALMOSAVA (acronimo di Alto Molise Sangro vastese), coincida con l’antico ALTO SANNIO, vale a dire con una terra che ha generato la stirpe dei Sanniti. E sì, perché la storia dei nostri antenati è iniziata  proprio tra le due valli del Sangro e del Trigno, tra Castel di Sangro, Alfedena, Pietrabbondante, Vastogiradi, Schiavi d’Abruzzo, Trivento.

Immagino il loro crescente orgoglio, nell’ apprendere quale grande storia e quali grandi eventi abbiano interessato le loro terre! E immagino il loro stupore nel leggere come la Prima Italia POLITICA abbia avuto, come principali interpreti, i nostri avi sanniti.

Immagino anche che molti di loro abbiano riflettuto sul danno provocato, al loro territorio almosaviano, dalla decisione di fissare, contro natura,  confini regionali e provinciali che lo hanno spaccato in quattro cantoni, quattro spezzoni, quattro angoli di terra non comunicanti amministrativamente e, per ciò stesso, danneggiati oltre ogni umana comprensione. Infatti è a tutti noto come la desertificazione demografica abbia colpito questa zona d’Italia molto più che qualsiasi altra zona interna italiana, con ricadute economiche, patrimoniali e morali intollerabili.

Questa bestiale ferita va risanata e i sindaci lo sanno che va risanata.

Finita la buriana delle campagne elettorali amministrative e politiche che hanno letteralmente dimenticato il problema delle aree interne, l’orgoglio di appartenenza almosaviana all’ antico ALTO SANNIO sarà la molla per il risanamento.

Mi rifiuto di pensare che i nostri sindaci vogliano  restare passivi nell’ accettazione di quei confini che, al di là della gloriosa storia dell’ALTO SANNIO, sono modernamente anacronistici ed economicamente non più sostenibili..

 

-.-.-.-.-.-

 Se questo articolo ti è piaciuto, condividilo su facebook o su twetter,
cliccando sui tasti corrispondenti, in alto, A SINISTRA.
Se pensi che possa piacere anche ad un tuo amico,
iscrivilo alla newsletter, digitando il suo indirizzo e-mail
nell’apposito spazio in alto A DESTRA

-.-.-.-.-.-

 

Provincia de L’Aquila

Castel di Sangro, Umberto Murolo e Angelo Caruso vice sindaco
Alfedena, Massimo Scura
Ateleta, Giacinto Donatelli
Barrea, Andrea Scarnecchia
Civitella Alfedena, Flora Viola
Opi, Bernardino Antonio Paglia
Pescasseroli, Anna Nanni
Pescocostanzo, Pasqualino del Cimmuto
Rivisondoli, Roberto Ciampaglia
Roccaraso, Francesco Di Donato
Rocca Pia, Mauro Leone
Scontrone, Ileana Schipani
Villetta Barrea, Lucio Di Domenico

 

Provincia di Campobasso

Trivento, Gianfranco Mazzei
Montefalcone nel Sannio, Gigino D’Angelo
Roccavivara, Domenico Di Lisa
Salcito, Ugo Adduocchio

 

Provincia di Chieti

Castiglione Messer Marino, Emilio Di Lizia
Bomba, Donato Di Santo
Borrello, Antonio Giovanni Di Nunzio
Carunchio, Gianfranco D’Isabella
Castelguidone, Donato Sabatini
Civitaluparella, Mariano Ficca
Celenza sul Trigno, Andrea Venosini
Colledimezzo, Gionni Forchetti
Fraine, Vincenzina Di Iorio
Fallo, Carmine Salerno
Gamberale, Maurizio Bucci
Montazzoli, Ercole del Negro
Montebello sul Sangro, Ciriaco Giampaolo
Monteferrante, Patrizia D’Ottavio
Montelapiano, Arturo Scopino
Montenerodomo, Antonio Tamburrino
Palmoli, Roberta Zita Marulli
Pietraferrazzana, Pierino Liberatore
Pizzoferrato, Nicola Tarantini
Quadri, Saverio Calabrese
Roccaspinalveti, Franco Paglione
Roio del Sangro, Sabotino Ramondelli con Giuseppe Cavorso vice
Rosello, Federico Moccia con Alessio Monaco vice sindaco
San Giovanni Lipioni, Catherine Aurore Rossi
Schiavi di Abruzzo, Luciano Piluso
Villasantamaria, Vito Paolini
Torrebruna, Nicola Petta

 

Provincia di Isernia

Agnone, Michele Carosella
Bagnoli del Trigno, Angelo Camele
Belmonte del Sannio, Enrico Borrelli
Capracotta, Antonio Vincenzo Monaco
Carovilli, Antonio Cinocca
Castel del Giudice, Giuseppe Cavaliere
Castelverrino, Antonio Pannunzio
Civitanova del Sannio, Lidia Iocca
Chiauci, Egildo Di Pilla
Forli del Sannio, Roberto Calabrese
Pescopennataro, Pompilio Sciulli
Pietrabbondante, Giovanni Tesone
Poggio  Sannita Tonino Abate Palomba
Roccasicura, Fabio Milano
Rionero Sannitico, Ferdinando Carmosino
San Pietro Avellana, Francesco Lombardi
Sant’ Angelo del Pesco, Guglielmo Delle Donne
Vastogirardi, Davide Apollonio

 

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.