Sguardi sbiaditi

0
985

Versi di Duilio Martino [1]

Volto-di-anziano.OK_

Sguardi sbiaditi 

Poesia è il sonno che di notte sfuma,
gli occhi d’un vecchio che nell’acre ascesa
mastica il buio che annuncia la resa
del muto mirto che non gemma più.

Poesia è madre che, spento il cervello,
afflitta fissa le sfuocate foto
dei figli persi in un immenso ignoto
spinti a salpare dai troppi “però…”.

Sentirsi estranei sul suolo natio,
l’acuto autarca che spegnendo ardori
ti sputa l’aspro ed oscuri bruciori:
“non puoi parlare se non vivi qua”.

Gli astri poesie strappate dal cielo
crani brillanti e intrepidi guerrieri,
le cime, il meglio che fu perso ieri,
l’oro svenduto nel grande bazar.

Un carme è il ciocco trascinato al fuoco,
gli anni anneriti inchiodati al camino
scolando feccia del rancido tino…
l’alba bruciata dal freddo che fa.

__________________________________________
[1]  Duilio Martino, Abruzzese di Fraine (CH), ha sempre coltivato la passione per la sua terra di origine e per l’arte, in primis la poesia, alla quale ha dedicato una fetta importante della sua vita.

Editing: Enzo C. Delli Quadri
Copyright Altosannio Magazine

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.