Sere settembrine

3
954

Poesia di Duilio Martino [1]

Avvampa il cielo è fuoco l’orizzonte
dell’Ave il bronzo a rincasar bestiame
la torre al vespro dà più slancio al monte
che indossa un’ombra lunga color rame.

.

E s’ode il mormorìo dalla fonte
bisbiglian nonne tra i bei serti e stame
gli orditi scialli e veli sulla fronte
su seggiole impagliate col fogliame.

 .

E’ vita che il camin pare speziare
pregnando l’aria del saproso fumo
in sere in cui di stelle è un’occhieggiare.

.

Al tocco breve d’ore giungo spento
dai “prosit” con gli amici a salutare
un dì novello privo di tormento

 

 

__________________________________
[1] Duilio Martino, Abruzzese di Fraine (CH), ha sempre coltivato la passione per la sua terra di origine e per l’arte, in primis la poesia, alla quale ha dedicato una fetta importante della sua vita.

Copyright  Altosannio Magazine
Editing: Enzo C. Delli Quadri 

3 Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.