Home / Cultura / Cultura Popolare / Sciocca – Fiocca

Sciocca – Fiocca

Poesia di Gustavo Tempesta Petresine  musicata e cantata dall’autore [1],
dal libro di poesie  “Ne cande[2]

 

Sciocca

 Sciocca a cengiùne
me z’ arrabbéla re core
quanda vede la neve
cascà chiène da fore.

Sciocca a cengiùne
e d’arrète a ‘ne balcone
ce sctà ‘ne ‘ndrecandone
ca ‘n ze fà r’affière siè

Sciocca !
‘Ne mammuccione sctà sotte alla neve.
Và sbuffrejànne ‘mmiezze arre paese;
ammena ‘na zambata a ‘na panghìna,
può ze ne và a ddurmì.

Z’è agghianghejète tutte re paese.
Sembra ‘ne lenzuole
ca sctà ‘nderre spase.

‘Ne ‘mbriacone canda ‘n’uldema canzone;
z’è fenute le vine!
Ze ne va ‘ddurmì.

Sciocca!
‘N’abbìte ha appise le scenne.
Sonna  re vallone ‘n gime alle Vecenne.
‘N’uasene raglia dendre arre paglière,
può ze ne va ‘ddurmì.

.

Nevica

Nevica stracci,
mi si sotterra il cuore
vedere la neve
cadere piano  fuori

Nevica stracci.
Dietro una finestra
guarda un impiccione
spiando incuriosito.

Nevica.
Un bambinone resta sotto la neve.
Camminando per le strade del paese,
prende a calci una solitaria panchina;
prima di rincasare, a dormire.

Si è imbiancato tutto il paese;
ricorda un lenzuolo
a terra steso

Un ubriaco canta un’ultima canzone.
Ha finito il vino,
e se ne va a dormire.

Nevica.
Un abete ha appeso i suoi rami.
Sogna, il torrente sopra “le vecenne”
Un asino raglia in un pagliaio;
se ne va poi, a dormire.

 

 

_____________________________
[1] Gustavo Tempesta Petresine, Nativo di Pescopennataro, si definisce “ignorante congenito, allievo di Socrate e Paperino”. Ama la prosa e la poesia, cui dedica molto del suo tempo, con risultati eccezionali, considerati gli apprezzamenti e i premi che consegue continuamente. Il suo libro di poesie più bello e completo si chiama “‘Ne cande,”
[2] ‘Ne cande, edito da Edizioni SIMPLE  (si trova su internet), nasce da un percorso accidentato, da un ritrovare frammenti e “cocci” di un vernacolo non più parlato come in origine, da mettere insieme in un complicato puzzle. I termini sono proposti cercando di rispecchiare la fonetica che fu propria del parlare dei nostri nonni, ascoltati in prima persona e qui proposti. Il “canto lieto”, quello che trattava di feste, amori e piccola ironia dove si contemplava il fluire non privo di stenti, di un vivere paesano, è svanito negli anni.

editing di Enzo C. Delli Quadri 

 

About Gustavo Tempesta Petresine

Gustavo Tempesta Petresine, Molisano di Pescopennataro (IS), si definisce “ignorante congenito, allievo di Socrate e Paperino”. Ama la prosa e la poesia, cui dedica molto del suo tempo, con risultati eccezionali, considerati i premi conseguiti e la stima di tutti.

2 commenti

  1. Un grazie particolare a questo nostro poeta che meriterebbe ben altri palcoscenici, per la sua profonda capacità di riuscire a trasmettere sensazioni impalpabili che solo l’animo umano sa cogliere.

  2. Alcuni commenti postati su Facebook, sotto questa poesia

    Felice Iacobucci bellissima la poesia e e la musica sembra seguire la danza dei fiocchi di neve

    Orestina Di Rienzo
    Energia di un linguaggio di appartenenza…carezza per il cuore, grazie!

    Carolina Di Lezia
    Carolina Di Lezia bellissima voce……….grazie.

    Bruno Marinelli
    Bruno Marinelli ma che bella poesia…e che bella musica…e che bella voce…sinceri complimenti.

    Antonia Anna Pinna
    Gustavo ci porta a casa con i suoi versi leggeri come fiocchi di neve.

    Giovanni Paoloni
    Bella, veramente bella, in forma di ballata. Bravo Gustavo: Emoticon smile

    Giovanni Pani
    Gustavo Tempesta Petresine è una persona gentile.

    Mercede Carlomagno
    Letta e cantata,bella!

    Antonio Leonelli
    belle…. cumplemijande…..

    Ester Cavarozzi
    Molto suggestiva. Bellissima

    Rina Antonella Sforza
    soavemente toccante.

    Adriana Di Pietro
    Bella!!!!!

    Nunzia Zarlenga
    Gustavo è parente stretto di De Andrè!:-) GEMELLI DIVERSI?????

    Anna Gualdieri
    Grazie. Bellissima..!!!!scalda il cuore.

    Assunta Di Giovanni
    ma è proprio bella!!!!!!

    Annamaria Carugno
    Molto bella! !!

    Ndoni Sessantotto
    Se fossi neve mi sciogliere nella tua musica.
    Se fossi musica diventerei fiocco di neve.
    Se fossi neve e musica insieme, ruberei la tua poesia.

    Angelo Iavicoli
    Peccato! Abbiamo persone sensibili e dotati artisticamente ma li conosciamo in pochi Petrosine ,con le sue parole, con la sua voce e con la sua musica ha saputo riportarmi alle notti invernali del mio paese e alle voci e suoni che sentivo mentre la nev…Altro…

    Maria Delli Quadri
    Canzone dolce e delicata, nelle parole e nella musica.

    Assunta Delli Quadri
    Bella la musica, bello il testo, molto bella la voce

    Italo Marinelli
    Molto bello.

    Piero Orlando
    Suggestiva, evocativa di un’atmosfera senza tempo, quasi sospesa, soffice e ovattata!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.