Scapoli: Festival Internazionale della Zampogna

0
1770

a cura di Paola Giaccio e Enzo C. Delli Quadri

Festival Internazionale della Zampogna - Scapoli 2016 / 8

La zampogna (il cui nome deriva probabilmente dal greco symphonia) è un antico strumento musicale composto da un sacco di pelle di pecora o capra cui sono collegate 4-5 canne, di cui 2-3 fanno da ”sfondo”, nel senso che emettono sempre la stessa nota, e due soltanto emettono il canto desiderato.

E’ stata, per secoli e secoli, parte integrante del mondo pastorale il cui epicentro va universalmente riconosciuto nel territorio abruzzese-molisano. Stendhal, Dickens, Berlioz, Lear, Gregorovius e molti altri autori celebri  dimostrarono interesse per i nostri  zampognari; più di tutti lo dimostrò il nostro Gabriele D’Annunzio che inserì la zampogna nella prima della tragedia pastorale “La figlia di Iorio”, avvenuta il 2 marzo 1904 al Teatro Lirico di Milano, nel secondo atto, nella scena ambientata alle Grotte del Cavallone, sulla Maiella.

Ma quel mondo pastorale, esaltato da d’Annunzio, a seguito della soppressione del pascolo forzato sul Tavoliere e alla crescente competizione del mercato internazionale della lana, conobbe un rapido declino.

Con la scomparsa della pastorizia, scompariva pian piano anche la zampogna, strumento inseparabile del pastore di un tempo.

Purtuttavia, nel Parco Nazionale d’Abruzzo Lazio e  Molise, il minore impatto del declino della pastorizia,  ha favorito il mantenimento della presenza musicale legata alla zampogna, che oggi presenta segni di un rinnovato interesse .

Ne sono esempi interessanti il tradizionale “Incontro Zampognaro di Primavera” e “La Mostra mercato e il Festival Internazionale della Zampogna”, entrambi organizzati a Scapoli, comune molisano del suddetto Parco, il primo organizzato dal Circolo della Zampogna, ogni anno in aprile, in occasione dell’assemblea dei soci (clicca QUI per saperne di più); il secondo, organizzato dallo steso Comune di Scapoli, alla fine del mese di luglio.

L’incontro Zampognaro di Primavera, aperto anche ai non-soci, costituisce da oltre due decenni (l’anno prossimo il Circolo compirà 25 anni), una occasione di riflessione e scambio di esperienze, all’insegna della musica e della convivialità, tra esperti ed appassionati della zampogna.

La Mostra Mercato e il Festival , da una parte,  consentono di divulgare l’esistenza di importanti e interessanti repertori musicali sia religiosi sia pagani le cui radici affondano nella cultura e nelle tradizioni delle comunità dell’Appennino Centro-meridionale; dall’altra, servono a stimolare l’innovazione nella costruzione della zampogna e la ricerca di nuove espressioni timbriche che, senza tradire la tradizione, consentano una modernizzazione nell’utilizzo dello strumento.

Zampognara

Anche quest’anno si sono ripetuti questi due importanti eventi. Qui sotto le foto del Festival Internazionale del 2016.

Festival Internazionale della Zampogna - Scapoli 2016 / 8

 

Festival Internazionale della Zampogna - Scapoli 2016 / 1 Festival Internazionale della Zampogna - Scapoli 2016 / 2 Festival Internazionale della Zampogna - Scapoli 2016 / 3 Festival Internazionale della Zampogna - Scapoli 2016 / 5 Festival Internazionale della Zampogna - Scapoli 2016 / 7 Festival Internazionale della Zampogna - Scapoli 2016 / 6Festival Internazionale della Zampogna - Scapoli 2016 / 9

 

 

 


[1] Paola Giaccio, Molisana di Agnone, libera professionista, ama profondamente la sua terra d’origine e ad essa dedica tempo e risorse, per divulgarne la bellezza.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.