Scanno ….. il lago ….. l’orso

0
630
Pubblicato il 26 set 2015 da SPINTOMAISPENTO

Scanno è nota come la Città dei fotografi; un luogo molto apprezzato da tanti autori italiani e stranieri. I suoi inconfondibili scorci e la sua gente sono stati lungo tutto il Novecento i soggetti di tanti famosi scatti realizzati da Hilde Lotz-Bauer, Henri Cartier-Bresson, Mario Giacomelli, Renzo Tortelli, Gianni Berengo Gardin, Ferdinando Scianna e molti altri. Nel 1964, fu proprio una fotografia scattata a Scanno da Mario Giacomelli, ad entrare a far parte della prestigiosa collezione di opere fotografiche del Museum of Modern Art di New York. Questa immagine è conosciuta con il titolo di Il bambino di Scanno o Scanno Boy.

E’ altresì nota per il suo lago. Il lago di Scanno si originò da una frana scesa dal Monte Rava e che ostruì il corso del Tasso (fiume). La causa di tale evento geologico fu a lungo attribuita, come sostiene lo storico romano Tito Livio, al terremoto del 217 a.C. Secondo studi recenti la frana avvenne circa 12.800 anni fa, verso la fine dell’ultima Era glaciale o già nel postglaciale.[17] Il lago ha una superficie di circa un chilometro quadrato e una profondità di circa 32 metri. Il suo colore verde-azzurro è dovuto alla presenza di alghe e microalghe, alla composizione chimica delle acque (essenzialmente legata a quella calcarea delle rocce costituenti l’invaso) e, in ultimo, al riflesso della vegetazione circostante. Il principale (e unico) corso d’acqua immissario è il Tasso, mentre mancano emissari superficiali stabili, attivi invece con modalità carsiche e che collegano il lago con il Sagittario (fiume) e le Gole del Sagittario. Tra i pesci vi sono: trote, tinche, anguille, scardole, persici reali, coregoni, lucci, pesci gatto e carpe mentre tra gli uccelli vi sono germani reali e folaghe.

Ultimamente Scanno è noto per essere “frequentato” dall’orso ( in particolare Gemma ). Il 23 agosto 2015 un’orso maschio ( non Gemma ) ha fatto la sua passeggiata domenicale dalle parti del lago di Scanno ( nella parte del lago del comune di Villalago, il lago appartiene per tre quarti al comune di Villalago ), molte persone si sono fermate a vedere lo spettacolo. Io sono riuscito a filmarlo in un posto dove non c’era nessuno, era a pochi metri da me, poi quando era diventato notte me l’ho trovato davanti alla macchina. Impossibile esprimere a parole cosa ho provato ( sono 18 anni che cerco di vedere e filmare un’orso … ), ho pensato di realizzare questo filmato per rendere l’idea…….

Copyright SPINTOMAISPENTO
Editing: Enzo C. Delli Quadri 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.