Ricordi

0
587

Poesia di Bruno Marinelli [1]

stelle

Ricordi

Pensieri che cullano
come onde di un mare quieto
che rifulge di stelle la sera.
Ricordi che frusciano
a mo’ di foglie, di una vecchia quercia,
che dondolano al vento a primavera.
Sospirano i vicoli antichi
un gergo che non s’usa più,
ondeggiano i campi di grano,
memorie di un tempo che fu.
Fontane dal tempo imbrunite
e volti asciugati dal sole,
carezze di mani incallite,
finestre con vasi di viole.
Memorie di un tempo che fu.
Un viso scolpito nel cuore,
un treno che sbuffa partendo
per non ritornare mai più

________________________________
[1] Bruno Marinelli, molisano di Rionero Sannitico, costretto ad abbandonare gli studi universitari per dedicarsi al lavoro in banca, ha operato nel sindacato, senza mai abbandonare la sua passione per la poesia dialettale.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.