Quell’occhio lungo dello sport che la politica non ha…

0
372

«Quintero può diventare un giocatore fortissimo, il Napoli sicuramente lo starà valutando. Mi auguro di continuare questa partnership con la società partenopea». Parte dallo sport una lezione di rilancio dei territori mediani, cioè quelli situati tra le città metropolitane,  per i politici abruzzesi e molisani ai tempi della spending review.

Il centrocampista Juan Fernando Quintero
Il centrocampista Juan Fernando Quintero

Il presidente del Pescara Calcio, Daniele Sebastiani, punta su rapporti di collaborazione con le squadre calcistiche delle grandi città per mantenere competitivo il proprio team in un campionato difficile e affascinante come la Serie A. Le grandi squadre hanno giocatori giovani da valorizzare. Così, il presidente abruzzese sarebbe disponibile a sacrificare, all’apertura della finestra invernale del calciomercato,  il giovane centrocampista colombiano Juan Fernando Quintero in cambio di soldi e del prestito di un giovane talento napoletano, Omar El Kaddouri oppure Edu Vargas, per mantenere inalterato il livello qualitativo del proprio sodalizio: «El Kaddouri e Vargas in prestito? C’è ancora tempo per parlare di queste cose- aggiunge il massimo dirigente biancoazzurro-. Sinceramente mi piacciono tanti giocatori del Napoli, ma credo sia difficile che De Laurentiis si possa privare di certe individualità. Comunque se ne riparlerà a gennaio».

Il presidente del Pescara Daniele Sebastiani
Il presidente del Pescara Daniele Sebastiani

Già lo scorso anno, Sebastiani aveva avuto l’occhio lungo: da Torino, sponda Juventus, era arrivato l’attaccante Ciro Immobile; da Napoli il trequartista Lorenzo Insigne. Risultato: promozione inaspettata in Serie A.

Ciro Immobile e Lorenzo Insigne con la maglia del Pescara
Ciro Immobile e Lorenzo Insigne ai tempi del Pescara

Cosa aspettano i politici abruzzesi e molisani a seguirne l’esempio?

Francesco Di Rienzo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.