PRIMA ITALIA Polemica continua

1
460

Il 4 febbraio 2013, sul sito Costa JonicaWeb.it, Domenico Lanciano, ha inviato una lettera aperta all’assessore alla Cultura della Regione Calabria.

In essa ha scritto:  “Il riferimento allo “scontro sulle  origini del nome Italia” è quello che da qualche mese (purtroppo e mio malgrado, trovandomi costretto a difendere una verità storica e non campanilistica!) si sta consumando in Molise e in numerose città italiane con un apposito “tour”, principalmente ad iniziativa di alcuni intellettuali, come Nicola Mastronardi (autore del libro “Viteliù”) ed Enzo Delli Quadri (fondatore di www.altosannio.it), i quali “auto-attestano” con baldanzosa sicurezza che il nome “Italia” da una parte ed ancora di più la cosiddetta “Prima Italia” siano nate come “osco-sannite” in Abruzzo-Molise attorno agli anni 91-88 avanti Cristo (come ho già “culturalmente denunciato” alle istituzioni e all’opinione pubblica, attraverso la stampa calabro-molisana e, in particolare, con la precedente lettera n. 16). Ovviamente cerco, come posso (con i miei pochi e inadeguati mezzi) di contrastare l’evidente inesattezza di tale rivendicazione, avanzata con una mai vista campagna-stampa e multimediatica, con spettacoli teatrali, avvalendosi di poderosi contributi economici ed organizzativi, persino con l’appoggio dei Fondi Europei, delle Istituzioni territoriali (Regione Molise, Provincia di Campobasso, Provincia di Isernia) e di notevoli sponsor commerciali. E’ una massiccia macchina propagandistica che sta girando l’Italia con un apposito show e che sarà difficile fermare, se non con la già esistente e lampante verità scientifica e storica!”

 

Il giorno 04 febbraio 2013 11:30, Enzo Carmine Delli Quadri, ha risposto allo scritto di Domenico Lanciano:

Apprendo, con profondo rammarico, che Domenico Lanciano continua a fare affermazioni destituite di fondamento.

Egli afferma cosa non vera quando, scrivendo a tutti voi, afferma che ” alcuni intellettuali, come Nicola Mastronardi (autore del libro “Viteliù”) ed Enzo Delli Quadri (fondatore di www.altosannio.it), “auto-attestano” con baldanzosa sicurezza che il nome “Italia” da una parte ed ancora di più la cosiddetta “Prima Italia” siano nate come “osco-sannite” in Abruzzo-Molise attorno agli anni 91-88 avanti Cristo”.

Non ho mai affermato che il nome ITALIA o la PRIMA ITALIA siano nate come “osco-sannite”
Piuttosto, ho affermato che la PRIMA ITALIA “POLITICA” è nata nei territorio di confine di montagna tra Abruzzo e Molise, e più specificatamente in ALTO SANNIO (ALMOSAVA).
In particolare ho affermato quanto segue:

Credo che Domenico farebbe bene aprirsi e riflettere su qualche semplice considerazione esemplificativa:
La parola Europa esiste da millenni, eppure solo con il trattato di Roma, 50 anni fa, si é intrapreso il cammino per una Prima Europa Politica che, peraltro, ancora non é stata definita.
Analogamente, la parola Italia ha millenni di storia, ma la Prima Italia Politica si é avuta solo pochi anni prima della nascita di Cristo; il percorso per una prima Italia Politica fu iniziato nel 91 a.c., come ci viene ricordato nel romanzo Viteliú, e fu concluso nel 42 a.c.: Nelle Res Gestae Augustee si parla, infatti, di TOTA ITALIA.

Pertanto non dovrebbe essere difficile trovare una sintesi della polemica, distinguendo tra Italia Territorio e Italia Politica. A ciascuno il suo primato, senza divisioni.

E, torna a fagiolo un altro esempio: Esiste un territorio che si chiama ALTO SANNIO (ALMOSAVA), che da 2500 anni ha sempre avuto una sua omogeneitá di valori e cultura, ma esso non ha una sua struttura politica e amministrativa unica. Anzi: politici negligenti, al limite della stupidità, 50 anni fa, smembrarono quel territorio, sottoponendolo a ben 4 provincie e 2 regioni. Esiste, quindi un Primo Alto Sannio Territorio, ma non esiste un Alto Sannio Politico.

-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-

Anche  Nicola Mastronardi non ha fatto mancare il suo commento:

Lo stesso ragionamento vale per me. Rafforzo quanto dice Enzo invitando Mimmo Lanciano a non dire cose inesatte su di me e a non dirlo con toni poco “carini”.  Per esempio: nessuno ha mai detto, meno che mai con “baldanzosa sicurezza” che il nome Italia sia nato qui da noi. Se dovessi usare lo stesso tono dovrei dire che Lanciano con “baldanzosa e superficiale fretta” afferma cosa false… e, pur dicendo la verità, non mi sembrerebbe carino…Via su, alziamo il tono del confronto! Ne siamo capaci a beneficio di tutti, o si vuol e solo difendere una idea come che stiano le cose?
Altra superficialissima inesattezza: non ci sono fondi europei a sostegno della promozione del romanzo Viteliù (per nostra sfortuna).

1 COMMENTO

  1. questa polemica sull’origine e sull’etimo di “Italia”, è fine a se stessa, ed ha un evidente sapore di tifo campanilistico: a che serve il primato sul nome, se alla fine è un vuoto simulacro, e si ignorano concetti ben più importanti dal punto di vista storico-politico? Un aspetto, a mio avviso, sempre troppo ignorato e sottovalutato è stato il ruolo primario dei Sanniti, quali antagonisti di Roma, proprio nella crescita e nello sviluppo di quest’ultima nella creazione del diritto internazionale, quando erano ancora “alla pari”. Il primo trattato stipulato da Roma al di fuori del Lazio fu quello con i Sanniti del 354, cui seguirono quelli conseguenti alle alterne vicende del conflitto. Lo scontro tra Roma e Sanniti fu non solo militare, ma anche culturale e ideologico: la sottomissione del concorrente più temibile per l’espansionismo romano (era già in nuce l’imperialismo caro a Luttwak) fece da volano per le ulteriori conquiste, in termini di territorio e di genti, grazie al sapiente dosaggio di concessioni attraverso i vari tipi di foedera. Per non parlare della peculiarità dell’organizzazione politica dei Sanniti, la confederazione etnica dei touta, delle comunità tribali in una unica “Lega”, il primo vero federalismo, che, a sentir parlare le attuali genti nordiche, sembrerebbe essere una loro esclusiva…Senza voler provocare l’amico calabrese, ma si può dire lo stesso dei Bruttii o Bruzi in termini di relazioni con Roma?

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.