PETRAROIA, TAGLIENTE, DI PANGRAZIO, PALOMBA … E I PAESINI DI CONFINE DI MONTAGNA

1
501

Di Enzo C. Delli Quadri

Indipendentemente da come lo si pensi politicamente, Petraroia é l’unico politico molisano che, per quel che ne so io, sa essere coerente e conseguentemente operativo. Ha dato due importanti conferme di ciò, come più sotto riportato: 1. non accetta dimettersi da consigliere per diventare assessore e per dar, così, spazio ad un esterno (sarebbe un costo aggiuntivo). 2. Chiede che si riveda SUBITO lo Statuto per eliminare sprechi e altre porcherie varie, come, per esempio, la costituzione di gruppi consiliari formati da 1 solo consigliere. Chapeau!!

Continuando di questo passo, coerentemente con il suo credo, dovendo scegliere tra “burocrazia sprecona e inutile” e “servizi ai cittadini”, sono certo che farà la scelta ultima di chiedere la eliminazione della Regione Molise, che è, comunque, fonte di sprechi.

In fase intermedia, spero voglia farsi carico di attivare una convenzione con l’Abruzzo, in accordo con Tagliente, Palomba e Di Pangrazio (nelle foto, nell’ordine), per metter a fattor comune i servizi dei bistrattati paesini di confine di montagna (dalla sanità, al turismo, ai parchi archeologici, ecc…), non dimenticando che il cuore di Viteliú, vale a dire il territorio culla della Gens Sannitica che ha dato vita alla prima nazione ITALIA,  coincide con l’alto Molise Sangro Vastese.

 

..–..–..–..

 

 

1 COMMENTO

  1. Oggi, Michele Petraroia mi ha inviato questa email:

    Grazie
    del messaggio Enzo, mi impegnero’ sui temi che mi sottoponi e che condivido.
    Michele Petraroia

    Sent
    from my BlackBerry® wireless device from WIND

     

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.