Su per il Gravone, con Romeo

1
436

Video curato da Enzo C. Delli Quadri con Foto di Romeo di Cosmo e musica dei Dire Straits. La canzone si chiama “Romeo e Giulietta”. È stata scelta sapendo che, per Romeo, la montagna è la sua seconda Giulietta 

Nel gruppo del Gran Sasso ci sono diversi canali interessanti da risalire con ramponi e piccozza, il Gravone è sicuramente uno di essi. Non presenta grandi difficoltà alpinistiche ma richiede comunque esperienza, sia per orientarsi in caso di nebbia sia per risalire i brevi passaggi rocciosi che inevitabilmente si incontrano lungo il percorso. La parte bassa non è molto interessante ma in alto il panorama è veramente superbo, gli affacci sulla nord del Camicia non si dimenticano in fretta. Come quasi tutti i canali anche questo è un collettore di valanghe, anche molto grandi e quindi va fatto solo con neve molto sicura, in genere in primavera inoltrata quando ormai il manto nevoso è assestato. Naturalmente occorre partire molto presto perchè essendo esposto prevalentemente ad est risente di un forte irraggiamento solare. Con un po’ di fortuna si può trovare interamente innevato ma generalmente presenta alcuni salti rocciosi con acqua che occorre aggirare ora a destra ora a sinistra con passaggi di II grado, spesso su roccia non buona. La pendenza varia da 30 a massimo 50 gradi, ramponi e piccozza sono obbligatori.

17 copia

______________________________
La canzone si Chiama “Romeo e Giulietta”. L’ho scelta sapendo che per Romeo la montagna è la sua seconda Giulietta (Enzo C Delli Quadri)

Copyright Altosannio Magazine
Editing: Enzo C. Delli Quadri 

1 COMMENTO

  1. Caro Enzo, mi hai fatto rivivere questa bellisssima impresa alpinistica che ho avuto la possibilità di ripeterla sia in inverno che in estate. Proprio questa mattina l’ho ripercorsa con un mio amico di avventura. Bellissimo posto, solitario, silenzioso, quasi ansioso, con i camosci dispettosi che cercano di far cadere pietrisco e roccia perchè hai invaso il loro territorio. Arrivati alla forcella di Penne, prima di iniziare il Tremoggia, spettacolo sulla vallata… indimenticabile, da brivido. Passo dopo passo, quasi alla fine, devi trovare il miglior e sicuro passaggio per uscire sulla balconata. Hai la cima del Camicia a portata di mano oppure il canalone di Vradda, ripido ma veloce, per arrivare al rifugio di Fonte Vetica. Che ricordi! Grazie. Molto rilassante la musica.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.