Paese nuosctr’

4
791

Mario Colaianni 

Vallata-di-San-Pietro-Avellana
Vallata-di-San-Pietro-Avellana

Paese nuosctr’

Che r’uòcchie,rù còre^ e la fandasia,
vuòglie mannarte  na fotografia
de ‘ sctu paese^accuscìsembre^amate
scummette nen de le si mià scurdàte.

Na matìna ru cièle accuscì bièglie,
na voglia de vùlà come nu cièglie.
Prièscte so  nghianàte  alla Cusctarèlla
p’addecrijàrme  dalla cima bella:

che cièle! Che verde! Che aria quèta
vuldanne r’uocchie fine^alla penèta!
Vedeva ru tratture e la Frazzina
può fagge e cièrre che n’aveva fine.

Ma cchiù de tutte, diche e l’arediche:
truove vuòsche mèglie de quire de Sand’Amiche?
E ru paese dentre^a chèscta scìonna,
‘nu citre nazzecàte dalla nonna.

Ma nen zème nu propria fortunuàte
che sctème mmìese^a scte vuosche^e le priàte
L’augurie che te facce paisà:
a ‘sctu paese nuosctre d’arreturnà.

Monte Miglio dal Lago La Torre
Monte Miglio dal Lago La Torre

Paese nostro

Con gli occhi, il cuore e la fantasia,
Voglio mandarti una fotografia
Di questo paese sempre amato,
Scommetto non l’hai mai dimenticato.

Una mattina il cielo così bello,
una voglia di volare come un uccello.
Presto sono salito alla Costarella
Per estasiarmi, dalla bella cima:

 Che cielo! Che verde! Che aria quieta
girando gli occhi fino alla pineta!
Vedevo il tratturo e la Frazzina,
poi faggi e cerri che non avevano fine.

 Ma più di tutto, dico e lo ridico:
dove trovi boschi meglio di quello di S.Amico?
E il  paese dentro questa culla,
un bambino cullato dalla nonna.

 Ma non siamo noi proprio fortunati
che stiamo in mezzo a questi boschi e a  questi prati?
L’augurio che ti faccio paesano:
a questo paese nostro di ritornare

editing: Enzo C. Delli Quadri
Copyright: Altosannio Magazine 

4 Commenti

  1. Sono contenta che hai pubblicato la poesia di Mario Colaiannim è veramente una bellissima poesia, poi messa così bene, grazie Enzo

  2. Il Maestro, come gli altri Maestri per eccellenza, e` stato il mio Maestro nella quinta elementare, quando abbiamo inaugurato il nuovo edificio scolastico dopo la guerra. Ho il Suo libro con dedica personale. Bellissima poesia. Era Lui che con il fratello , Don Emidio Colaianni, il Maestro Claudio Silvestri il Maestro Pasquale di Sanza e Don Emidio di Sanza ,, l’ufficiale postale ,che hanno scritto le canzoni immortali che annoveriamo nei cori folcloristici di SPA. Gente di altri tempi, con un cuore pieno di amore per SPA .

  3. Bella poesia, mi ricorda pure del mio paese non lontano da questo territorio. Unita a tanti di San Pietro Avellana, partecipo ogni anno alla festa di S. Amico che si svolge presso la chiesa di Monte Carmelo a Youngstown, Ohio.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.