Ospedali azzerati, servizi annullati……

1
438

di Enzo C. Delli Quadri.

 

Province che scompaiono, ospedali azzerati, prefetture, questure e altri uffici trasferiti! Sevizi annullati. Presidenti di provincia, come quel Mozzuto, di Isernia, che scrivono al Presidente Napolitano per urlargli: Aiutaci tu!!!

Che spettacolo!!!!

Se non ci fossero di mezzo i sacrifici e le pene dei miei conterranei dell’ALMOSAVA potrei farmi grasse risate e dire, con arroganza: ” Ve l’avevo detto già 21 anni fa che sarebbe finita così”.

Ma c’è poco da ridere di fronte a questa situazione drammatica che, per effetto del disastro della finanza pubblica, rischia di travolgere definitivamente le popolazioni dei paesi di montagna  di confine tra Abruzzo e Molise.E il rischio è davvero enorme per il semplice motivo che, in quel che resta del Molise, feroce sarà la concorrenza tra i vari territori per accaparrarsi le poche risorse rimaste a disposizione e, ovviamente, facile sarà la vittoria dei bacini elettorali più cospicui, vale a dire COSTA e CENTRI cittadini.

Le popolazioni dell’ALMOSAVA ne usciranno con le ossa rotte se non coglieranno l’occasione per smetterla di seguire i pifferai magici di destra e di sinistra, convinti che il problema consista solo nel sostituire un politico di un colore con un politico di un altro colore.

Le popolazioni dell’ALMOSAVA ne usciranno con le ossa rotte se i loro amministratori continueranno a tergiversare e non prenderanno in seria considerazione il ProgettoALMOSAVA, unico strumento valido per una difesa efficace del proprio territorio.

Le popolazioni dell’ALMOSAVA ne usciranno con le ossa rotte se i loro amministratori penseranno che altri possano risolvere i loro problemi.

Le popolazioni dell’ALMOSAVA ne usciranno con le ossa rotte se i loro amministratori insisteranno ad operare per egoismi e campanilismi vari.

 

1 COMMENTO

  1. non c’è la volontà di capire, si elude il dramma. Mi faccio in quattro per cercare di fare capire a quelli che conosco che il problema è politico. Sarà colpa mia, ho perso la mia identità di Molisano, ma la loro di identità se la stanno facendo defraudare giorno dopo giorno. Io mi sono scocciato, Enzo,di parlare ai muri. Sono tentato di confermare quello che un filosofo del primo novecento affermava. “I tanti zeri incapaci di prendere decisioni valgono molto se a loro davanti si pone con prepotenza l’unità” vorrei anche rispondere a tale filosofo che: dalle nostre parti “unità”con tanta determinazione e passione politica non ne vedo. Scusate lo sfogo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.