NUOVE SCOPERTE Arrivano da Trivento grazie al Prof. Ciafardini

0
670

di Enzo C. Delli Quadri

Ci sono voluti due anni di intensa attività di ricerca, ma alla fine il Prof. Gino Ciafardini  del Dipartimento Agricoltura, Ambiente e Alimenti della Università del Molise, insieme  con il suo gruppo di lavoro composto dal dr. Biagi Angelo Zullo e dal dr. Giuseppe Cioccia, ha raggiunto un risultato esaltante: la scoperta di una nuova specie di lievito presente nell’olio d’oliva denominata YAMADAZIMA. Questa nuova specie di lievito, capace di condizionare la qualità del prodotto, è geograficamente poco diffusa:  Sono stati isolati due ceppi da un olio extravergine prodotto a Trivento e un ceppo in Liguria, ma il primo isolamento è avvenuto proprio a Trivento, ragion per cui la denominazione scientifica di questa nuova specie di lievito è stata quella di YAMADAZIMA TERVENTINA, dall’antico Terventum, e con questa denominazione è stata inserita nella nomenclatura scientifica di tutte le specie di lieviti scoperti finora; al suo fianco figurano il nome del Prof. Ciafardini e dei suoi colleghi di lavoro.

Il lavoro è stato pubblicato sulla prestigiosa rivista internazionale “International Journal of Sistematic and Evoluzionary Microbiology” e divulgato sul volume 43/2012 della rivista “L’Informatore agrario”. Leggendo l’articolo all’indirizzo www.informatoreagrario.it/rdLia/12ia43_6687_web, possiamo, apprendere come il lievito YAMADAZIMA TERVENTINA, con la sua azione enzimatica, abbia capacità di deamarizzare l’olio di oliva appena prodotto in frantoio, migliorandone la qualità.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.