Malocchio

0
385

Poesia di Marisa Gallo [1]

malocchio

Malocchio

Uomini o donne
per amore o defaillance
di maghi o streghe
i rimedi invocavano,
negli antichi borghi!

Arcaico rito:
la “maga”recitava,
formule strane…
-Via, male, via, malocchio!
con la Croce or ti scaccio!-

Alcune gocce
d’olio, in un piatto accolte,
erano scongiuro
della superstizione,
del potere d’invidia.

malocchioCosì nel piatto
s’intrecciavano fede
e ….malafede.
Ma ogni male annegava
nell’acqua untuosa.

Poi liberati
dal male immaginario
i “poveretti”
di amuleti s’ornavan
fino… ad altro malocchio!


[1] Marisa Gallo, molisana di Montefalcone nel Sannio, insegnante, amante e cultrice della Poesia, più per hobby che per professione, impegnata a restare al passo dei tempi, ma con animo caldo, non sclerotizzato dai media aggressivi.

Copyright  Altosannio Magazine
EditingEnzo C. Delli Quadri 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here