Majella Madre

2
1312

Poesia di Duilio Martino[1]

Il Morrone e la Majella
Il Morrone e la Majella (Foto di I. Pannunzio)

Majella Madre e Molise 

Col candido vello già all’alba tra gli ori
distinguo la vetta superba imperiosa
bel grembo materno di flora e pastori
…la pleiade bella supina riposa

i rivoli sangue del figlio titano
quell’Ermes morente già in Frigia colpito
bisbiglia la notte un lamento che arcano
e ancor più ferisce Molise rapito

dal cielo dolente tempestoso e scuro
un raggio di luce cattura dal sole
con cura ripone nell’antro sicuro
barlume e speranza per sua amata prole.

 

_____________________________
[1] Duilio Martino, Abruzzese di Fraine (CH), ha sempre coltivato la passione per la sua terra di origine e per l’arte, in primis la poesia, alla quale ha dedicato una fetta importante della sua vita.

Copyright Altosannio Magazine
Editing: Enzo C. Delli Quadri

2 Commenti

  1. Bella poesia e colta! I numerosi riferimenti alla mitologia, con versi , tutti DODECASILLABI , rivelano anche padronanza e amore per la metrica. Felice la scelta della protagonista della poesia, per tutti noi molisani: la MAIELLA, vera e grande madre di vita, per la natura e per noi uomini.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.