M’ sent com’ ‘nu mezzaun st’tùat’ sopra a ‘nu marciappìad’…. E n’n passa nesciun’

2
622

di Enzo C. Delli Quadri

Avevo molto da fare, in quel di Torino, le comunicazioni erano abbastanza difficili, il tempo a disposizione, non molto. Ma facevo del tutto per non far mancare la mia presenza attiva, ovviamente solo morale, ai miei genitori rimasti in Agnone. Tre figli, tutti e tre fuori paese, per lavoro.

Nel periodo invernale, erano momenti, quelli trascorsi a telefono, pieni di tensione. Avvertivo, attraverso quel freddo filo telefonico, tutte le difficoltà da loro attraversate. Cercavo di tener la conversazione di quei pochi minuti su toni leggeri e superficiali, ma, inevitabilmente, la loro solitudine finiva per riemergere pesante e penosa.

I miei facevano del tutto per dissimulare, ma due frasi buttate li, nel tempo, mi sono rimaste dentro nella carne, come pugnali.

Una la disse mia madre “ Fa fridde dentra e feura, arriva alle ossa”. “Fa freddo dentro e fuori, fin alle ossa”. Voleva dire che faceva freddo fuori casa (magari nevicava), ma un freddo diverso, più cattivo, arrivava anche dentro di sé.

L’altra, ancora più terribile la disse mio padre, quando alla mia insistente domanda: Ma papà, per favore, dimmi la verità, come ti senti? Rispose: “M’ sent com’ ‘nu mezzaun stetuat’ sopra a ‘nu marciappiad’…. E n’n passa nesciun’” “Mi sento come un mozzicone di sigaretta buttato su un marciapiede …. E non passa nessuno”.

Questa è la sorte toccata a tanti nostri poveri corregionali, poveri non di soldi o cibo o di che altro, poveri, invece, di vicinanza, dialoghi, comunanza di vita con i propri figli.

Finirà mai questa situazione nelle terre di Almosava?

2 Commenti

  1. Per concepire una frase così, incisiva, secca, pregna, realista, anche un pò amaramente ironica, ci vuole cuore e cervello. E’ roba da “montanari”, non c’è dubbio.

  2. Non finirà mai: Bello questo racconto è quello che abbiamo vissuto tutti noi, che per lavoro o come me sposata a Roma, ci siamo trasferiti.
    Però comumque mi ha intristita

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.