Home / Cultura / Tradizioni / Gastronomia / Antipasti / Li Ficatielle di Ualle – Fegatini di Pollo (Antipasto)

Li Ficatielle di Ualle – Fegatini di Pollo (Antipasto)

a cura di Enzo C. Delli Quadri[1]

Fegatini-di-pollo

Ingredienti (per 4 persone)

4 fette di pane casereccio;
350 grammi di fegatini di pollo;
2 peperoni sottaceto;
1 cipolla;
1 cucchiaio di zucchero;
mezzo bicchiere scarso di vino bianco secco;
olio extravergine d’oliva;
sale;
pepe.

Vino Consigliato:
Controguerra Spumante

Preparazione

Dopo aver tagliato a pezzetti i fegatini di pollo, sbucciate la cipolla e affettatela sottilmente.
Versate quindi l’olio in un tegame, scaldatelo, unitevi la cipolla e fatela soffriggere tenendola mescolata con un cucchiaio di legno e aggiungendo vino e poca acqua calda.
Poi unite al soffritto i peperoni tagliati a pezzettini, lasciate proseguire la cottura e, solamente poco prima di togliere dal fuoco, aggiungete i fegatini, lo zucchero, sale e pepe. Al termine della cottura il composto non dovrà risultare eccessivamente asciutto.
Nel frattempo abbrustolite a parte dei triangolini ricavati dalle fette di pane e infine versate su ciascuno di essi un po’ del composto preparato precedentemente.

_____________________________________
fonte: ricette della mamma


Musica: Suggestioni
Editing: Enzo C. Delli Quadri


 

About Enzo C. Delli Quadri

Agnonese, ex Manager Aziendale, oggi Presidente dell' Associazone ALMOSAVA-ALTOSANNIO (alto molise sangro vastese), da molti anni è impegnato a divulgare l'importanza della RIAGGREGAZIONE di questo territorio, storica culla dei Sanniti che , 50 anni fa, fu smembrato e sottoposto a 4 province e 2 regioni, contro ogni legge morale, economica e demografica.

Un commento

  1. Quando i polli erano ruspanti e li si ammazzava in casa, avevamo a disposizione anche le altre parti del polli: stomaci, polmoni, budelline, creste (se era un gallo) e anche il sangue lessato. Allora nella base descritta nella ricetta si mescolava tutto, avendo l’accortezza di far cuocere prima le parti più dure (lo stomaco), poi i polmoni, le budelline e il sangue ed infine il fegato che era il più tenero.
    Inutile dire che se si prova adesso con gli stessi ingredienti comprati dal pollivendolo non viene la s tessa cosa.

Rispondi a Flora Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.