Li Cagginitte – I Calcioni

0
1718

 di Benedetto di Sciullo [1] e Giovanni Mariano [2] 

calcioni
Li Cagginitte – I Calcioni

INGREDIENTI

per la pasta:

300 grammi di farina di frumento;
1 uovo;
mezzo bicchiere di vino bianco;
latte;
sale.

per il ripieno:

500 grammi di ceci lessati e passati;
100 grammi di miele fluido;
100 grammi di mandorle sgusciate;
100 grammi di noci sgusciate;
50 grammi di cedro candito;
1 bicchiere di mosto cotto.

per friggere:

olio extravergine d’oliva.

per completare:

zucchero a velo;
cannella in polvere.

VINO CONSIGLIATO:

Trebbiano d’Abruzzo;
Controguerra;
Passito Bianco.

Trebbiano d’Abruzzo

PREPARAZIONE

Preparate innanzi tutto la pasta: amalgamate al farina con l’uovo e il vino, aggiungete un po’ di latte tiepido e un pizzico di sale, poi lavorate l’impasto su una spianatoia, così da renderlo morbido ed elastico. Mettetelo quindi in una terrina, coprite con un piatto e lasciate riposare per un’ora.

Nel frattempo dedicatevi alla preparazione del ripieno. Sbollentate le mandorle e le noci, poi passatele per pochi minuti nel forno tiepido, così da poterle pelare con facilità e quindi tritatele. Versate in una casseruola il mosto cotto e il miele, mettete sul fuoco, fate scaldare dolcemente e unite il trito di mandorle e noci, mescolate, aggiungete il passato di ceci e mescolate nuovamente con molta cura. Dovreste ottenere un composto piuttosto denso, al quale unire anche il cedro candito tagliato a pezzetti.

Trascorso il tempo previsto per il riposo della pasta, con il matterello leggermente infarinato tirate due sfoglie delle stesse dimensioni. Servendovi di un cucchiaio, distribuite quindi il ripieno su una di esse: fra un mucchietto e l’altro lasciate uno spazio di tre centimetri circa e poi ricoprite il tutto con la seconda sfoglia e premete con le dita intorno ai mucchietti di ripieno, così da ottenere dei tortelli triangolari che separerete con l’apposita rotellina dentata da dolci e disporrete su una tovaglia leggermente infarinata.

Mettete sul fuoco una larga padella adatta alla cottura dei fritti, versatevi abbondante olio, scaldatelo a dovere e friggetevi i dolcetti, rigirandoli sopra e sotto e togliendoli dal recipiente appena iniziano a prendere colore. Lasciateli scolare su un foglio di carta assorbente da cucina, così che possano cedere l’eccesso di unto, e infine accomodateli a piramide in un piatto da portata, spolverateli con zucchero a velo e cannella in polvere e serviteli tiepidi o freddi.

Calcioni – Cagginite

Per quanto riguarda il ripieno, se preferite, invece del mosto potrete raddoppiare la quantità di miele.

____________________________
[1] Benedetto Di SciulloAbruzzese di Fallo (CH), libero professionista. Dedica tanto tempo alla cultura locale per mantenere concretamente vivi i palpiti di un mondo antico che accomuna tanti di noi e che, dal passato, ancora ci accarezza e ci emoziona superando oceani e continenti.
[2] Giovanni MarianoAbruzzese di Fallo (CH), informatico. Cura con Benedetto Di Sciullo il sito dedicato a Fallo sapendo di fare piacere ai conterranei che apprezzano le abitudini, la aria, i profumi dell’Alto Vastese.

Editing: Enzo C. Delli Quadri
Copyright Altosannio Magazine


LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.