Home / Cultura / Territorio / Territorio e Popolazione / Comuni dell'Alto Molise CB / Lettera ai sindaci di ALMOSAVA (AltoMoliseSangroVastese) su iniziativa WEB.

Lettera ai sindaci di ALMOSAVA (AltoMoliseSangroVastese) su iniziativa WEB.

Armonia tra Sindaci

In onore di ALMOSAVA (AltoMoliseSangroVastese), abbiamo aperto un sito web in cui stiamo riportando le sue Storie, i suoi Racconti, la sua Letteratura, le sue Tradizioni, la sua Gastronomia, accompagnati da fatti economici, politici e normativi attuali, con lo scopo di valorizzare il territorio, in particolare, davanti ai suoi giovani, perché non ne dimentichino i valori e l’importanza. Sullo sfondo, ci interessa anche richiamare l’attenzione dei politici, di tutti gli schieramenti, sulla necessità di mantenere unito questo territorio ALMOSAVIANO oggi sottoposto a ben 4 amministrazioni provinciali che, per motivi di competenza territoriale, non hanno, come priorità, quella di rendere omogenea la gestione del territorio stesso, il che si traduce in un danno per la mobilità locale, l’assistenza sanitaria e sociale, la montagna, le foreste e il turismo.
I Comuni del territorio hanno tutti, sul sito, il giusto rilievo. Le notizie sono state assunte da Italiapedia e wikipedia oltre da conoscenze personali.
Sarebbe ben accetto un Suo intervento scritto, diviso in due parti:
La prima parte con le integrazioni o le modifiche da apportare alla scheda del Suo Comune.
La seconda che indichi il meglio del Comune da Lei amministrato e che sia di stimolo ai turisti e ai giovani italiani e che ricordi a tutti l’importanza di essere nati in questo nostro territorio. La riporteremmo, a suo nome, in testa alla pagina dedicata al Suo Comune.

Perchè ALMOSAVA?
Secondo il Mommsen (http://www.filosofico.net/mommsen.htm , filologo, storico, linguista, giurista, epigrafista e numismatico), il territorio che si estende intorno al corso medio alto del Sangro, con il Verrino e l’Alto Trigno, fu il luogo di origine della nazione sannita che, per almeno cinque secoli (VI – I a.C), ebbe il suo cuore pulsante tra Castel di Sangro , l’antica Aufidena, gli altopiani di S. Pietro Avellana, Carovilli e Vastogiradi, Capracotta, Pescopennataro, Agnone, Pietrabbondante, Castiglione Messer Marino, Schiavi d’Abruzzo.

La Gente Sannita
Questo territorio corrisponde, oggi, alle terre dell’ Alto Molise, dell’Alto Sangro e dell’Alto Vastese che per brevità e facilità di comunicazione viene riassunto in ALMOSAVA ( acronimo di AL-to MO-lise SA-ngro VA-stese), termine che, peraltro, nella lingua popolare medioevale, sta a indicare la salvaguardia della propria terra (anima). Fu da queste terre che , sempre secondo Mommsen, le cui teorie oggi vengono confermate dai più recenti scavi di Pietrabbondante, generazioni di giovani migrarono per espandersi nelle valli di Isernia-Venafro e Bojano-Sepino per costituire i Pentri e poi, un secoli di primavere sacre, verso Benevento e la Campania per formare Caudini, Hirpini e Lucani. Il santuario di Pietrabbondante fu il luogo politico e sacro ove tutti i Sanniti si riconobbero come nazione fino alla fine (82 a.c.).

La Storia, poi, ci dice che questo stesso territorio coincide quasi completamente con la Diocesi di Trivento. Fino al 1973 facevano parte di essa anche il Comune di Castel di Sangro e altri Comuni con esso confinanti.

Qui di seguito riportiamo i comuni e le popolazioni che fanno parte di ALMOSAVA.

I comuni dell’Alto Molise in Provincia di Isernia
Agnone, Bagnoli del Trigno, Belmonte del Sannio, Capracotta, Carovilli, Castel del Giudice, Castelverrino, Chiauci, Civitanova del Sannio, Forlì del Sannio, Pescolanciano, Pescopennataro, Pietrabbondante, Poggio Sannita, Rionero Sannitico, Roccasicura, San Pietro Avellana, S. Angelo del Pesco, Vastogirardi.
Abitanti nel 1871 = 55.915; Numero massimo raggiunto = 59.126 Oggi = 18.220; Kmq = 641,64 totale comuni 19
Con più di 5.000 abitanti = 1
Con più di 1.000 abitanti e meno di 5.000 = 2
Con meno di 1.000 abitanti = 16
Totale = 19

I comuni dell’Alto Sangro in Provincia de L’Aquila
Castel Di Sangro, Alfedena, Ateleta, Barrea, Civitella Alfedena, Opi, Pescasseroli, Pescocostanzo, Rivisondoli, Rocca Pia, Roccaraso, Scontrone, Villetta Barrea.
Abitanti nel 1871 = 26.386; Numero massimo raggiunto = 32.143; Oggi = 16.827; Kmq = 645,03 totale comuni. 13
Con più di 5.000 abitanti = 1
Con più di 1.000 abitanti e meno di 5.000 = 4
Con meno di 1.000 abitanti = 8
Totale = 13

I comuni dell’ Alto Sangro-Vastese in Provincia di Chieti
Castiglione Messer Marino, Bomba, Borrello, Carunchio, Castelguidone, Civitaluparella, Celenza sul Trigno, Colledimezzo, Fraine, Fallo, Gamberale, Montazzoli, Montebello sul Sangro, Monteferrante, Montelapiano, Montenerodomo, Palmoli, Pietraferrazzana, Pizzoferrato, Quadri, Roccaspinalveti, Roio del Sangro, Rosello, San Giovanni Lipioni, Schiavi di Abruzzo, Villasantamaria, Torrebruna.
Abitanti nel 1871 = 50.393; Numero massimo raggiunto = 55.498; Oggi = 17.885; Kmq = 541. totale comuni. 27
Con più di 5.000 abitanti = nessuno
Con più di 1.000 abitanti e meno di 5.000 = 6
Con meno di 1.000 abitanti = 21
Totale = 27

I comuni dell’Alto Molise in Provincia di Campobasso
Trivento, Montefalcone nel Sannio, Roccavivara, Salcito.
Abitanti nel 1871 = 13.039; Numero massimo raggiunto = 14.758; Oggi = 8.155; Kmq = 153. totale comuni. 4
Con più di 5.000 abitanti = nessuno
Con più di 1.000 abitanti e meno di 5.000 = 2
Con meno di 1.000 abitanti = 2
Totale = 4

TOTALE GENERALE ALMOSAVA
Abitanti nel 1871 = 145.733; Numero massimo raggiunto = 161.525; Oggi = 61.087; Kmq = 1.980,98 totale comuni 63
Con più di 5.000 abitanti = 2
Con più di 1.000 abitanti e meno di 5.000 = 14
Con meno di 1.000 abitanti = 47
Totale = 63

About Enzo C. Delli Quadri

Agnonese, ex Manager Aziendale, oggi Presidente dell' Associazone ALMOSAVA-ALTOSANNIO (alto molise sangro vastese), da molti anni è impegnato a divulgare l'importanza della RIAGGREGAZIONE di questo territorio, storica culla dei Sanniti che , 50 anni fa, fu smembrato e sottoposto a 4 province e 2 regioni, contro ogni legge morale, economica e demografica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.